Commercialisti, incentivi a cluster

Governo sostenga anche contratti rete con agevolazioni

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 04 OTT - Agevolare e incentivare i cluster tecnologici (reti di collaborazione fra soggetti economici e della ricerca, pubblici e privati, promossi da Ue, Miur, Mise) e i contratti di rete, "ancora poco conosciuti dalle pmi italiane", che rappresentano invece una risorsa importante in quanto favoriscono le aggregazioni tra imprese. E' quanto chiede al governo l'Ordine dei commercialisti e degli esperti contabili di Milano. "Tali iniziative di aggregazione e sviluppo rappresentano una potenziale risorsa di estrema importanza per le imprese, come dimostrato, ad esempio, dal successo di alcuni "cluster" lombardi e dei circa 4 mila contratti di rete esistenti in Italia, che restano tuttavia ancora pochi", spiegano i dottori commercialisti milanesi, che chiedono a Palazzo Chigi "azioni indirizzate a ridare vigore a questi strumenti tramite agevolazioni, credito d'imposta o altre soluzioni che siano incentivi alle collaborazioni". Il tema sarà al centro di un dibattito, il prossimo 9 ottobre, organizzato dall'Odcec presso la sede di Assolombarda. Tra gli interventi attesi, quello di Carlo Palmieri, vicepresidente di Pianoforte Holding (Carpisa e Yamamay), e di Paolo Pininfarina, presidente della nota azienda di design. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: