ANSAcom

Abb punta a essere leader tecnologico per e-mobility

Mehta, ad oggi 8mila colonnine ricarica rapida nel mondo

Milano ANSAcom

Abb punta a diventare leader tecnologico per la mobilità elettrica e sostenibile, assumendo un ruolo centrale nell'adozione di massa dei veicoli elettrici. "Dal punto di vista energetico crediamo in un futuro elettrico e sostenibile, per cui, stiamo investendo molto per diventare leader tecnologici nella realizzazione di infrastrutture di ricarica" e nello sviluppo di un ecosistema integrato per la e-mobility. A spiegarlo è il Presidente della divisione Abb Electrification Products, Tarak Mehta, sottolineando che mobilità sostenibile significa "operare affinché, nel passaggio all'elettrico, l'energia che utilizziamo per gli spostamenti di persone, beni e merci, venga da fonti sostenibili che non danneggino il pianeta, perché il progresso tecnologico deve essere accompagnato dalla sostenibilità".

Il colosso svizzero sta lavorando per creare le infrastrutture per veicoli elettrici, reti di ricarica rapida per auto elettriche e autobus e soluzioni di elettrificazione per navi e ferrovie. Inoltre l'intera filiera comprende sistemi e tecnologie per l'interconnessione e la trasmissione di energia (dalla centrale di produzione alla colonnina). "Abbiamo più di 8.000 colonnine di ricarica rapida in tutto il mondo, interconnesse con le soluzioni di Abb, grazie alle quali possiamo tenere traccia delle loro performance ed essere certi che soddisfino le esigenze del cliente", spiega Mehta, convinto che la missione del gruppo "sia quella di contribuire a migliorare la società". Le colonnine, presenti in circa 70 paesi, consentono una ricarica di 200 chilometri in otto minuti.

Fondamentale per lo sviluppo di una mobilità sostenibile è la partnership con la Formula E (fino al 2025), la classe motorsport internazionale di Fia con vetture interamente elettriche, in cui vengono sviluppate e testate tecnologie di elettrificazione e digitalizzazione legate all'e-mobility. "L'obiettivo è di migliorare sempre di più il livello della tecnologia ed essere sicuri che ciò che sviluppiamo sia utile e sia sempre più accessibile al pubblico e ai sistemi di trasporto", sostiene Mehta.

In collaborazione con:
ABB

Archiviato in

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: