Droga a mariti e figli in cella

Indagate anche altre otto persone

 Madri, mogli e fidanzate rifornivano di droga i propri cari detenuti nel carcere di Marassi. Lo hanno scoperto i carabinieri di Arenzano che hanno arrestato una donna di 55 anni e indagato altre otto persone, tra cui un detenuto. L'indagine, coordinata dal pm Giovanni Arena, ha portato anche al sequestro di numerose dosi di hashish, marijuana e pasticche di Subutex, un derivato degli oppiacei. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, insieme alla polizia penitenzieria, le donne rifornivano di droga mariti, figli e fidanzati nel corso dei colloqui settimanali.
    Senza farsi vedere riuscivano a fare passare piccoli quantitativi di stupefacente che serviva per uso personale ma che veniva anche rivenduto dentro le mura del carcere. 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie