Liguria
  1. ANSA.it
  2. Liguria
  3. Genoa esce tra i fischi: è 0-0, ma il Venezia sfiora il colpo

Genoa esce tra i fischi: è 0-0, ma il Venezia sfiora il colpo

Rossoblù aggressivi ma senza idee. Sirigu decisivo su Caldara

(ANSA) - GENOVA, 31 OTT - Uno 0-0 che premia più il Venezia del Genoa quello andato in scena al Ferraris. I rossoblù di Ballardini sono costretti a rimandare ancora la prima vittoria casalinga, mentre il Venezia riscatta con una buona prova le sconfitte con Sassuolo e Salernitana. La squadra di casa ha provato in ogni modo a vincere, ma pur con le statistiche tutte a favore alla fine non è riuscita a sfondare. Anzi, il Venezia ha avuto nel finale anche la palla per il colpaccio: sul colpo di testa di Caldara è stato bravo Sirigu. Così alla fine la squadra di Ballardini è uscita dal campo tra i fischi.
    Ballardini ancora una volta si è trovato in difficoltà perdendo all'ultimo momento Behrami, che avrebbe dovuto giocare titolare ed è stato fermato da un'indisposizione, e nella ripresa ha dovuto a rinunciare al suo attaccante più importante, Destro, per un fastidio muscolare. Ma nonostante l'inserimento di tutti gli attaccanti (Caicedo, Ekuban e Buksa), non è riuscito a sfondare complice un Venezia attento e ordinato che in realtà dopo aver rischiato nel primo tempo, nella ripresa ha chiuso ogni spazio conquistando un pareggio comunque meritato.
    Genoa aggressivo ma senza idee e la prima occasione è dell'italoamericano del Venezia Busio, con una conclusione rasoterra di poco a lato. Poi è un monologo rossoblù con Destro, Cambiaso e Rovella che impegnano Romero. Nel finale di tempo occasioni anche per Sturaro, e Rovella. Ballardini prova così a inserire Caicedo nell'intervallo ma perde poco dopo Destro per infortunio mentre il Venezia controlla cercando quando riesce di colpire in contropiede. Al 17' occasionissima per i padroni di casa con Criscito che serve ad Ekuban un vero e proprio rigore in movimento ma l'attaccante tira rasoterra con poca potenza e Romero blocca.
    Non bastano i cambi per invertire l'inerzia della gara e anzi al 37' da una punzione di Kiyine arriva il pericolo maggiore per il Venezia, con Caldara che si vede negare la gioia del gol da Sirigu. Per Ballardini unica consolazione l'aver terminato per la prima volta una partita a rete inviolata ma la strada per la salvezza è ancora lunga. Il Venezia interrompe la striscia negativa e conquista un punto meritato. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        MyWay Autostrade per l'Italia
        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie