Poliform: design pronto, riapra filiera

Anzani, inutile produrre con negozi chiusi in tutto il mondo

(ANSA) - MILANO, 24 APR - Riaprire ma con l'intera filiera, dai fornitori ai negozi in tutto in mondo. Giovanni Anzani a capo di Poliform, marchio del made in Italy nell'arredamento di design, attende il via libera del governo per riaprire lo stabilimento di Inverigo e gli altri cinque in zona (Monza Brianza) il 4 maggio, dopo la speranza delusa di una partenza per il settore del legno-arredo già lunedì prossimo. Ma per un gruppo che conta 650 dipendenti in Italia e 150 nelle filiali estere di Londra, Usa e Cina, oltre che 10 negozi di proprietà e 95 monobrand in tutto il mondo, quel che conta è la fine del lockdown ovunque.
    "Abbiamo bisogno che si riavvii la filiera dei nostri fornitori, dal legno, ai tessuti e ai metalli. E abbiamo bisogno dei negozi aperti sennò produciamo ma non possiamo consegnare i prodotti e qui restano" spiega Anzani all'ANSA. "Facciamo oltre 200 milioni di fatturato, il 75% dall'export. Ma con la pandemia abbiamo chiuso i negozi e fermato la produzione". E pensare che Poliform voleva festeggiare i suoi 50 anni. Da quando cioè Anzani coi cugini Aldo e Alberto Spinelli, tutti e tre amministratori delegati, hanno rilevato l'azienda fondata 30 anni prima dai genitori. "Ci auguriamo che 2021 sia diverso. Faremo uno straordinario Salone del mobile", si augura l'imprenditore brianzolo che sa smette di guardare avanti.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano



        Modifica consenso Cookie