Turisti da Bolzano per scoprire la montagna di Capracotta

Salta la sagra della 'pezzata', ma è comunque pienone

(ANSA) - CAPRACOTTA, 02 AGO - La montagna di Capracotta attira turisti anche dal Trentino Alto Adige: nell'estate segnata dal Covid in tanti sono arrivati da Bolzano per godere di una natura decisamente meno 'attrezzata' delle Dolomiti, ma assolutamente ospitale e incontaminata. Ma come hanno scoperto Capracotta? Grazie a programmi televisivi dedicati, articoli online e foto spettacolari postate sui social. Ai bolzanini ha incuriosito il nome del paese altomolisano e hanno voluto ascoltare la leggenda che vuole sia legato a un rito dei sanniti di bruciare una capra prima di fondare una città. Incantati, poi, dai 130 chilometri di sentieri, da Prato Gentile e dal Giardino della Flora Appenninica e, non per ultimo, dal cibo: hanno voluto assaggiare la 'pezzata', antica ricetta a base di pecora che dà anche il nome a una sagra che era in programma per oggi, ma è stata rinviata. I ristoratori capracottesi, però, non li hanno lasciati a bocca asciutta e prendendoli per la gola hanno strappato la promessa di un ritorno; per i prossimi giorni è già tutto sold out. (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie