Pari opportunità: intesa per la formazione delle imprese

Camera commercio Palermo-Fondazine Bellisario-Global Thinking F.

(ANSA) - PALERMO, 13 DIC - Promozione e divulgazione di iniziative legate al contrasto dei fenomeni di violenza di genere, con un focus sulla violenza economica e sul sovra indebitamento, in modo da fornire anche competenze per favorire comportamenti attivi e consapevoli sulle scelte future, in un'ottica di sviluppo della rappresentanza delle donne nei processi decisionali e nelle posizioni di potere. E' stato siglato, nel pomeriggio, nella sede del Museo archeologico regionale Antonino Salinas, il protocollo d'intesa tra Alessandro Albanese, presidente della Camera di Commercio di Palermo-Enna, Marcella Cannariato, responsabile della Fondazione Marisa Bellisario per la delegazione Sicilia, e Claudia Segre, presidente di Global Thinking Foundation.
    L'occasione è stata offerta dalla presentazione del corso gratuito di alfabetizzazione economica al femminile promosso da Fondazione Marisa Bellisario e Global Thinking Foundation. La Camera di commercio di Palermo ed Enna si impegna "a rendere disponibile tutta la banca dati detenuta presso il Registro delle imprese e a fornire ogni possibile contributo di tipo formativo/informativo, compresa la formazione e alfabetizzazione digitale e ogni altra assistenza utile allo sviluppo e alla promozione di iniziative coerenti con l'intesa, mettendo inoltre a disposizione gratuitamente le sale convegni e gli spazi camerali per ogni attività necessaria e conseguente".
    "Siamo orgogliosi di collaborare con due importanti organizzazioni che condividono l'impegno nella promozione della parità di genere e nella valorizzazione del talento delle donne, sviluppando anche progettualità su questi temi - spiega il Albanese -. Tra le nostre finalità istituzionali, ci sono la promozione dello sviluppo del sistema delle imprese valorizzando l'autonomia funzionale e l'attività delle associazioni delle imprese, dei lavoratori, delle professioni, dei consumatori e la nostra azione si ispira ai principi della libera iniziativa economica, della libera concorrenza, della tutela e della dignità del lavoro, perseguendo al contempo una economia aperta che assicuri pari opportunità, per lo sviluppo della persona nell'impresa e nel lavoro, promuova la cultura della legalità come condizione necessaria per la crescita economica e assistendo le imprese nel campo della lotta al racket delle estorsioni e dell'usura", conclude Albanese.
    Va ricordato che in Camera di commercio di Palermo ed Enna è presente il Comitato imprenditoria femminile che lavora per promuovere e diffondere la cultura di impresa tra le donne attraverso iniziative, eventi ed attività volte ad incentivare la crescita delle imprese al femminile. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni