Cultura: in 6 anni in Puglia nate 146 imprese

Creati 4.170 posti di lavoro, 185 a tempo indeterminato

(ANSA) - BARI, 08 OTT - Aumenta l'occupazione nel settore cultura in Puglia e diventa più stabile: dal 2014 al 2019, stando ai dati del Sismografo di Unioncamere, sono 146 le nuove imprese nate e 4.170 i posti di lavoro creati. Sono oltre 1000 i contratti attivati, di cui 185 a tempo indeterminato. È il succo dell'analisi che l'Osservatorio regionale dello spettacolo ha reso nota, questa mattina nella sala 3 del Padiglione 152 della Fiera del Levante di Bari, nel corso dell'incontro "Custodiamo la cultura in Puglia" nell'ambito delle attività del PACT - Polo delle Arti, Cultura e del Turismo - promosse dall'assessorato alle Industrie turistiche e Culturali della Regione Puglia alla presenza di Aldo Patruno, direttore del dipartimento Turismo, del dirigente della sezione Economia della Cultura, Mauro Paolo Bruno e del presidente dell'Osservatorio, Francesca Imperiale.
    "Se avessimo aderito alla tesi che con la cultura non si mangia - ha commentato l'assessore regionale Loredana Capone - oggi saremmo un'altra regione e, invece, è stata una piccola rivoluzione. Le imprese culturali e creative sono cresciute sia sotto il profilo della qualità che della quantità e tutto questo grazie soprattutto agli investimenti regionali che si sono tradotti in bandi che non sono merito dell'assessore, del direttore, del dirigente, ma il risultato di una visione, di una strategia, dell'ascolto delle categorie, delle imprese, degli operatori, dei cittadini. Un percorso partecipato che ha richiesto confronto quotidiano, studio e tanto lavoro". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie