PMI

  1. ANSA.it
  2. Pianeta Camere (di commercio)
  3. Imprese: Unioncamere, dati incoraggianti, Roma miglior saldo

Imprese: Unioncamere, dati incoraggianti, Roma miglior saldo

Tagliavanti, "fase economica espansiva, ma resta complessa"

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - In un anno, comunque, non facile per l'economia italiana a causa soprattutto del perdurare dell'emergenza sanitaria ma non solo, Roma e il Lazio mostrano dei dati economici incoraggianti. La Capitale vanta il miglior saldo imprenditoriale nazionale (+11.834 imprese nel 2021, 29.001 iscrizioni a fronte di 17.167 cessazioni) e il terzo miglior tasso di crescita nazionale (+2,38%, dopo Napoli e Sassari, decisamente al di sopra della media nazionale del +1,42%).
    Dati che aiutano il Lazio a essere la prima regione italiana sia per tasso di crescita delle imprese (+2,16%), sia per saldo attivo: +14.201 nel 2021 (37.618 le iscrizioni a fronte di 23.417 cessazioni). Questo è quanto emerge dal report Movimprese diffuso oggi.
    "Pur in una situazione generale che va sempre osservata con grande cautela e attenzione, i dati diffusi oggi dalla rilevazione di Unioncamere/Infocamere - sottolinea il Presidente della Camera di Commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti - confermano una tenace dinamicità del nostro tessuto produttivo e una diffusa capacità delle imprese di adattarsi alle nuove esigenze e alle mutate condizioni del mercato economico.
    Roma, con un saldo positivo di 11.834 imprese nel 2021, è la città che ha fatto meglio a livello nazionale e questo ci deve indurre a un certo ottimismo e a insistere nelle azioni di supporto al tessuto produttivo locale. Purtroppo - conclude Tagliavanti - la situazione economica resta molto complessa non solo per via della pandemia, ma anche a causa della recente impennata dell'inflazione e soprattutto del forte rincaro delle materie prime e dei costi energetici che mettono in serie difficoltà moltissime imprese, specie quelle medio-piccole che costituiscono la spina dorsale del nostro sistema produttivo. In questa fase economica che resta espansiva, ma comunque delicata, è prioritario continuare a sostenere adeguatamente i comparti produttivi più colpiti dalla pandemia, penso ad esempio al turismo e al commercio, e rafforzare la collaborazione istituzionale. Rinnovo, infine, il mio ringraziamento non formale alle migliaia di imprenditori romani che, in questa complessa situazione, continuano a lavorare e resistere tra molte avversità". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie