COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale WolfAgency.it

Combattere il cambio stagione a tavola: cosa mangiare in autunno per sentirsi carichi di energie

WolfAgency.it

L’autunno è una stagione ricca di calori, di panorami mozzafiato e temperature fresche che ci fanno dimenticare il caldo afoso che si patisce in città durante l’estate. Ma con sé, l’autunno e soprattutto il cambio stagione porta stanchezza, sonnolenza e cattivo umore. Cosa bisogna fare per combattere questa carenza di energie? Il segreto numero uno si trova proprio a tavola, nei cibi che consumiamo quotidianamente.

Il metodo migliore per combattere il cambio stagione è proprio a tavola, con i suoi alimenti stagionali come zucca, castagne, funghi, melograno, porri, cachi e sgombro. In abbinamento a un’alimentazione sana, equilibrata e variegata è sempre opportuno affiancare una buona dose di movimento fisico e altre piccole ma importanti abitudini per far adattare il proprio corpo al meglio al cambio stagione.

Cosa succede al nostro corpo in autunno e come si adatta?

L’autunno porta un senso di malessere generale al nostro corpo e organismo, ciò è dovuto principalmente alle temperature che si abbassano, al tasso di umidità che aumenta e anche al fattore ore di luce e di buio. Tutto ciò scombussola i ritmi e le abitudini del nostro corpo che all’improvviso si vede di fronte a nuove abitudini da assimilare.

Il corpo durante il cambio stagione aumenta la produzione di ormoni che sono in grado di regolare il ciclo sonno-veglia, la fame e anche l’umore. La sensazione di stanchezza, i cali di umore, le difese immunitarie deboli e un aumento dell’appetito sono tutti dovuti al fatto che le ore di luce diminuiscono mentre, quelle di buio aumentano, diminuendo così la produzione di serotonina e aumentando per contro quella di melatonina.

Per far fronte a questo cambiamento drastico è opportuno cogliere e sfruttare al meglio gli ultimi raggi di sole, le belle giornate facendo lunghe passeggiate all’aperto e consumando cibi in grado di stimolare la produzione di serotonina e aumentando le difese immunitarie per combattere i soliti malanni stagionali.

Quali cibi consumare in autunno per stare in forma e in salute?

Come anticipato, l’aiuto migliore che si può dare al proprio corpo per stare meglio durante l’autunno e specialmente il cambio di stagione è quello di consumare cibi idonei a svolgere questo importante lavoro.

Immaginate il nostro corpo come una macchina che necessita di carburante per andare avanti e per funzionare a lungo e al meglio il carburante deve essere di ottima qualità non che calibrato e specifico per la stagione che si affronta. In tal senso il cibo che ingeriamo deve essere ben pensato quando lo si consuma e non limitarsi solo a mangiare per poter vivere, dobbiamo curare il nostro corpo dentro e fuori con prodotti di qualità e sani.

Durante l’autunno vi sono alcuni alimenti che non devono mai mancare a tavola e oltre essere di stagione e quindi più facilmente reperibili, più ecologici, sono anche più sani e adatti al nostro benessere in questo esatto periodo.

Vediamo perciò quali sono i cibi che devono essere maggiormente consumati durante la stagione autunnale.

Legumi e cereali per un carico di fibre e proteine

I legumi e i cereali sono degli ottimi sostituti della carne in quanto ricchi di fibre e proteine, indispensabili per il nostro benessere e fabbisogno giornaliero. Questi due alimenti dovrebbero essere consumati tutto l’anno ma specialmente in autunno e inverno. Oltre ad essere ricchi di fibre e proteine sono anche molto versatili in cucina e deliziosi in zuppe calde che tirano su il morale durante una giornata uggiosa.

Online si possono trovare numerose ricette sfiziose, come quelle di Ricetta.it, facili e veloci perfette da preparare a casa e avere la carica giusta di energia.

Fra i cerali di stagione c’è l’avena che è ricca di proteine, sali minerali e specialmente ricco di triptofano, che è un ottimo stimolante della serotonina. Oltre all’avena, in autunno si possono consumare altri ottimi cerali come il grano saraceno, il miglio, l’orzo e il farro, delizioso in zuppe da arricchire con verdure fresche di stagione.

Mentre i legumi, che ricordiamo essere una fonte preziosa di proteine e fibre, in aggiunta aiutano l’intestino nella sua regolarità e in più regalano molte energie al nostro corpo. Tutti i legumi come ceci, lenticchie, fagioli e soia sono perfetti per essere consumati come piatto unico in quanto forniscono anche la giusta quantità di carboidrati, rendendoli così un piatto unico e completo.

Frutta e verdure di stagione per essere ecofriendly ma soprattutto in salute

Non sarà mai abbastanza sufficiente ripetere come consumare frutta e verdure di stagione sia ideale per il nostro benessere fisico oltre che un’ottima abitudine per far bene anche al nostro ambiente. La natura è generosa e ci offre una vasta e variegata scelta fra verdure e frutta, variandola di stagione in stagione, allora perché non approfittarne?

Le verdure che maggiormente si trovano in questa stagione sono la zucca (ideale sia per ricette dolci che salate), tutte quelle verdure a foglia verde come spinaci, bietole e verza e anche rape, radicchio e barbabietola non devono mai mancare a tavola in questa stagione.

La zucca in autunno regala al nostro organismo numerosi benefici essendo ricca di betacarotene, proteggendo il sistema circolatorio. Inoltre la zucca contiene al suo interno le vitamine A, B e C e minerali importanti come magnesio, potassio, ferro, e calcio, ideali per donare energia all’organismo che durante il cambio di stagione ne risente parecchio.

La fruttadi stagione per antonomasia in questo periodo sono gli agrumi come mandarini e arance, ricchi di vitamina C e perfetti per innalzare il muro delle difese immunitarie. I cachi, un altro frutto autunnale, perfetto per stimolare e aiutare la diuresi e il drenaggio dei liquidi in eccesso, oltre che ricco di potassio perfetto per donare le energie giuste per affrontare le giornate piovose autunnali.

Infine, l’uva è un altro frutto che non può assolutamente mancare in autunno, ricca di vitamine e Sali minerali, specialmente la sua buccia che è ricca di polifenoli, ideali per ridurre il grasso accumulato sul fegato e lo zucchero nel sangue, beneficiando così sulla pressione arteriosa.

Piccoli consigli extra fuori dalla tavola per combattere il cambio stagione

Infine, dopo una corretta e sana alimentazione è opportuno abbinarvi un po’ di movimento fisico da fare sia in casa, seguendo qualche corso online, ma anche semplicemente preferendo la camminata anziché la macchina per brevi spostamenti, fare le scale e andare a correre al parco.

Inoltre, è fondamentale bere molta acqua e tisane o infusi magari a base di zenzero, limone e miele, un trio perfetto anche per combattere i piccoli malanni stagionali.

Infine, stimolare l’organismo mangiando regolarmente 5 pasti sani al giorno e non consumando cibi grassi e ricchi di conservanti. Inoltre, è opportuno stabilire degli orari per la sveglia e per andare a dormire, in questo modo sia il vostro metabolismo sarà regolare ma avrete anche molte più energie e una minor sensazione di stanchezza e sonno.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie