Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Federprivacy

Big Data e intelligenza artificiale sono le nuove frontiere dei Privacy Officer

Il Corso su Big Data e intelligenza artificiale dell'Università di Milano è stato patrocinato da Federprivacy con i crediti anche per i Privacy Officer certificati TÜV Italia

Federprivacy

Nell’ambito della consueta collaborazione con l'Università degli Studi di Milano, Federprivacy ha patrocinato il Corso di perfezionamento “Big data, artificial intelligence e piattaforme. aspetti tecnici e giuridici connessi all'utilizzo dei dati e alla loro tutela” con il riconoscimento dei crediti per i soci membri di Federprivacy ai fini dell’Attestato di Qualità rilasciato dall’associazione ai sensi della Legge 4/2013, oltre ai crediti formativi da parte dell’organismo di certificazione TÜV Italia per i professionisti certificati come Privacy Officer e Consulente della Privacy.

"La proposta del nuovo Regolamento Europeo sull'intelligenza artificiale presentata recentemente dalla Commissione UE tenta di fare ordine su un tema complesso e delicato, e il tema è preminente nel programma della presidente Ursula Von der Leyene - osserva Nicola Bernardi, presidente di Federprivacy - E anche se ci sono ancora molti nodi da sciogliere, i data protection officer e i privacy officer non possono farsi cogliere impreparati, ma devono urgentemente approfondire tutte le questioni relative ai trattamenti di dati personali che riguarandati l'intelligenza artificiale, affinchè possano dare il necessario supporto alle imprese che devono affrontare le sfide della data economy."

Il percorso messo a punto dall'Università di Milano, che si svolgerà dall’8 giugno al 15 luglio 2021, è coordinato dal Prof. Pierluigi Perri e ha l’obiettivo di fornire un quadro generale sia sulle tecniche e i modelli di utilizzo dei dati esistenti nella c.d. “Data Economy”, sia dei principi e delle norme applicabili ai nuovi modelli di business basati sui dati, affrontando sempre i temi della data protection e della data governance, andando anche oltre al GDPR e puntando sui temi della regolamentazione dei Big Data e dell'Intelligenza Artificiale.

Il programma del corso ha una durata di 48 ore ed è aperto a tutti i laureati (triennali, ciclo unico e vecchio ordinamento), e considerata la particolare situazione sanitaria, le lezioni si terranno tutte online e saranno fruibili in modalità sincrona ed asincrona.

A fine corso è prevista una prova conclusiva all'esito della quale verrà riconosciuto il titolo di perfezionato e 8 CFU accademici. Per maggior informazioni è possibile visitare il sito dell’ateneo o scrivere direttamente all’indirizzo perfezionamento.beccaria@unimi.it.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Federprivacy

Modifica consenso Cookie