• CRV - Riconoscimento musei, archivi e biblioteche regionali, e cammini veneti: unanimità a 2 Pareri
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV - Riconoscimento musei, archivi e biblioteche regionali, e cammini veneti: unanimità a 2 Pareri

Oggi, nella Sesta commissione del Consiglio regionale del Veneto

CONSIGLIO REGIONALE VENETO

Cultura – Via libera unanime della VI Commissione ai pareri alla Giunta sugli standard ottimali per il riconoscimento di musei, archivi e biblioteche regionali e dei cammini locali di interesse regionale

(Arv) Venezia 4 ago. 2020 - Voto di approvazione unanime quest’oggi in Commissione VI del Consiglio regionale del Veneto, impegnata a dare due pareri alla Giunta regionale su testi di legge di particolare rilevanza. Il primo parere riguardava il processo di attuazione della legge regionale 16 maggio 2019 n. 17 “Legge per la cultura” con la definizione dei requisiti dei livelli minimi e degli standard ottimali di funzionamento di musei, archivi, biblioteche per il riconoscimento regionale e per l’inclusione nel Sistema Regionale degli istituti di cultura. Si tratta della prime linee propedeutiche all’individuazione degli ambiti  ottimali per la creazione dei sistemi territoriali degli istituti culturali.  Grazie a questo provvedimento, a cui la VI Commissione ha dato il via libera unanime, musei, biblioteche, archivi potranno acquisire il riconoscimento formale da parte della Regione se rispettano una serie di requisiti che hanno per oggetto la continuità dl servizio pubblico, la progettualità gestionale e finanziaria, l’accesso e la fruizione del patrimonio culturale, la presenza di personale qualificato, la gratuità dei principali servizi offerti all’utenza,, l’adeguatezza di strutture e degli strumenti messi a disposizione.  Il secondo parere  era relativo alla “individuazione delle procedure e modalità per il riconoscimento dei Cammini locali di interesse regionale come previsto dalla LR 30 gennaio 2020 n. 4 “Disposizioni per il riconoscimento, la valorizzazione e la promozione dei cammini veneti”.  Ampio e articolato  l’intero iter per le modalità di presentazione delle domande di riconoscimento della status i cammino locale di interesse regionale, le caratteristiche minime che i cammini devono avere per ottenere il riconoscimento e la procedura di valutazione che verrà adottata. Le norme contenute nell’allegato della Delibera regione licenziata dalla VI Commissione tendono a dare uniformità al modello veneto, assicurando all’utenza di una serie di caratteristiche fondamentali tra cui tutti gli elementi utili a garantire l’effettiva fruibilità dei cammini, tra cui le indicazioni della varie tappe, le strutture di pubblico servizio presenti lungo il percorso, i tempi medi di percorrenza per categorie di utenti.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie