Commercialisti, Isa 'optional' nel 2019

Miani, 'intollerabili ritardi' su messa a disposizione strumenti

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 06 GIU - Gli Isa (Indici sintetici di affidabilità fiscale) siano un 'optional' per quest'anno. Ad invocarlo il Consiglio nazionale dei commercialisti, chiedendo un intervento normativo che lo disponga "con urgenza", come precisato dal presidente Massimo Miani nella lettera spedita al premier Giuseppe Conte. "La nuova disciplina prevede che i contribuenti interessati, per migliorare il proprio profilo di affidabilità nonché per accedere al regime premiale, possono indicare nelle dichiarazioni fiscali ulteriori componenti positivi, non risultanti dalle scritture contabili, rilevanti ai fini delle imposte sui redditi, dell'imposta regionale sulle attività produttive e dell'imposta sul valore aggiunto, versando le relative maggiori imposte entro il termine previsto per il versamento a saldo delle imposte sui redditi. A poco più di venti giorni dalla scadenza - prosegue Miani - dobbiamo purtroppo denunciare l'ancora attuale indisponibilità non solo dei software necessari per l'applicazione dei nuovi Isa, ma anche degli 'ulteriori dati' che, per ciascun contribuente, devono preventivamente essere scaricati dal sito dell'Agenzia delle Entrate e che sono indispensabili per il funzionamento dei predetti software". Il 23 maggio, in una missiva al ministro dell'Economia Giovanni Tria, i commercialisti avevano chiesto la proroga al 30 settembre dei termini di versamento delle imposte sui redditi, dell'imposta regionale sulle attività produttive e dell'imposta sul valore aggiunto, ma "nessun passo in avanti è stato fatto" ed è "necessario un intervento risolutore che ponga definitivamente i contribuenti e i professionisti che li assistono nelle condizioni di effettuare gli adempimenti fiscali e di svolgere il proprio lavoro con la dovuta serenità e diligenza, senza estenuanti straordinari". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in