Puglia

Sanità: al via studio con smartphone su diabete e stili vita

Casa Sollievo Sofferenza recluta 100 pazienti con mellito tipo 2

(ANSA) - BARI, 11 OTT - Sta per concludersi presso l'IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza il reclutamento dei 100 pazienti coinvolti nello studio osservazionale sul diabete mellito di tipo 2 di Gatekeeper, che in modo innovativo utilizza dispositivi di uso quotidiano, come smartphone e smartwatch, per raccogliere informazioni sul nesso tra stili di vita ed evoluzione della malattia, mettendo a punto strategie di prevenzione. Il progetto, grazie ai fondi del programma europeo Horizon 2020, mette insieme 43 partner europei con l'obiettivo di indicare strategie, percorsi e tecnologie che favoriscano una vita indipendente e in salute per la popolazione che invecchia in Europa.
    Quella sul diabete, attualmente in corso nell'Ospedale di San Giovanni Rotondo - riferisce una nota - è soltanto una delle 3 linee di ricerca attivate dal "Pilota Puglia", l'unico in Italia, al quale partecipano l'Agenzia Regionale Strategica per la Salute e il Sociale (AReSS Puglia), InnovaPuglia, l'IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza, la Fondazione Politecnico di Milano e MultiMed Engineers.
    Secondo i dati del Ministero della Salute, il diabete mellito di tipo 2 rappresenta circa il 90% di tutti i casi di diabete; si presenta in genere in età adulta anche se, negli ultimi anni, un numero crescente di casi viene diagnosticato in età adolescenziale a seguito dell'aumento dei casi di obesità infantile. Gli italiani affetti da diabete di tipo 2 sono circa il 5% della popolazione, cioè oltre 3 milioni di persone. Si stima, tuttavia, che a questo numero possano aggiungersi circa 1 milione di persone che hanno la malattia ma ancora non lo sanno.
    Ai 100 pazienti selezionati - affetti da diabete di tipo 2, con età maggiore di 55 anni e un minimo di dimestichezza con la tecnologia - viene dato in dotazione un kit composto da smartphone e smartwatch messi a disposizione da Samsung UK, con l'indicazione di indossare lo smartwatch per un anno, di giorno e di notte. Inoltre, nello stesso periodo, verranno sottoposti periodicamente ad un day service per i prelievi del sangue e un check-up completo della patologia diabetica. Gli stessi pazienti compileranno, per periodi di tempo più limitati, anche un registro alimentare dove andranno a definire puntualmente i cibi assunti durante l'osservazione.
    Tutti i valori "non convenzionali" raccolti dai dispositivi - frequenza cardiaca, quantità/qualità del sonno, attività motoria - verranno scaricati dai clinici e dai ricercatori dell'IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza per elaborare, grazie agli algoritmi di Intelligenza Artificiale, un modello matematico in grado di prevedere il controllo del diabete da parte del paziente. Il modello è costruito mettendo in relazione i valori "non convenzionali" con i valori convenzionali ricavati dai prelievi ematici. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie