DIRETTA MONDIALI

Risultato finale
Costa Rica 0
Serbia 1
Risultato finale
Germania 0
Messico 1
Risultato finale
Brasile 1
Svizzera 1
L'Albo d'oro
  • 1930
  • 1934
  • 1938
  • 1950
  • 1954
  • 1958
  • 1962
  • 1966
  • 1970
  • 1974
  • 1978
  • 1982
  • 1986
  • 1990
  • 1994
  • 1998
  • 2002
  • 2006
  • 2010
  • 2014

Nigeria

Nigeria (foto: EPA)

Nigeria

Low-cost, per ottavi serve miracolo

Sembra passato un secolo dall'ultimo trionfo nella Coppa d' Africa, invece è trascorso solo un lustro. Cinque anni durante i quali di cose ne sono cambiate tante. La Nigeria è alla sesta partecipazione al Mondiale, ma è reduce da due mancate qualificazioni (2015 e 2017) alla fase finale del torneo continentale, che ha vinto per tre volte nella propria storia.
La rosa garantisce un perfetto mix di esperienza, potenza e freschezza atletiche, che rendono la squadra allenata dal tedesco Gernot Rohr - 65 anni, e un passato da giramondo, tra la Ligue e varie panchine delle Nazionale africane - un'avversaria scomoda. Il ct Rohr ha preso il posto del 'guru' del calcio nigeriano Sundey Oliseh (con un passato da centrocampista in Italia), che ha preferito farsi da parte, lamentando il mancato pagamento di spettanze arretrate. Guida la Nigeria dal 2016 e le ha permesso di garantirsi un posto fra le Nazionali qualificate al Mondiale in Russia.
Il modulo prescelto è il 4-3-3, che spesso si trasforma in un 4-5-1, con Ahmed Musa - attaccante del Cska Mosca - come terminale offensivo. L'alternativa, quando si parla di gol, è il giovane Kelechi Iheanacho, passato l'estate scorsa dal Manchester City di Guardiola al Leicester per la cifra di 25 milioni. A centrocampo Obi del Torino, Iwobi dell'Arsenal e Onazi (ex Lazio) garantiscono sostegno alla difesa, mentre Victor Moses del Chelsea è una spina nel fianco di ogni difesa, con le sue sgroppate che si concludono quasi sempre con qualcosa di pericoloso per gli avversari.
L'età media della rosa nigeriana è di 25 anni, il valore complessivo si aggira sui 130 milioni, ma il 47/o posto nella classifica Fifa parla di una squadra tutt'altro che insormontabile, a patto che la si affronti con la giusta determinazione. Croazia, Argentina e Islanda, tuttavia, non sembrano avversari alla portata delle 'Super Aquile', anche se nel calcio possono accadere tante cose.
All'ultimo mondiale, in Brasile, la Nigeria riuscì ad arrivare negli ottavi, superando un girone con Argentina, Iran e Bosnia, che superò nello scontro diretto. Una curiosità riguarda l'Albiceleste: la Nigeria, nelle precedenti cinque partecipazioni alla fase finale della Coppa del mondo, solo una volta non se l'è trovata di fronte nel girone di qualificazione. Questi incroci non sono mai stati produttivi per gli africani.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA