Sitta il tour nell'isola di Jacopo Cullin

Attore, "navighiamo a vista come tutti, ma siamo fiduciosi"

E' slittato a data da definire il tour primaverile di "È inutile a dire!", il nuovo spettacolo di e con Jacopo Cullin. Il fortunato show, tra ironia e spunti di riflessione, ha registrato il sold out lo scorso anno al suo debutto al Massimo di Cagliari, Arena Fenicia di Sant'Antioco e Anfiteatro del Parco Pubblico di Sarroch.

Sul palco l'attore cagliaritano, reduce dal successo del film "L'uomo che comprò la Luna" di Paolo Zucca, in scena con Gabriele Cossu e tre musicisti, Matteo Gallus (violino) Andrea Lai (contrabbasso) Riccardo Sanna (fisarmonica). Cullin veste i panni di tre dei suoi storici personaggi (Signor Tonino, Salvatore Pilloni e Angioletto Biddi 'e Proccu), e prende spunto dalla realtà contemporanea per mettere in luce le nevrosi e la fragilità dei rapporti in una società liquida.

I biglietti acquistati rimangono validi per le future date che saranno annunciate non appena la pandemia sarà arginata. Lo spettacolo era in programma il 24 aprile al Teatro Verdi di Sassari, il 25 all'Eliseo di Nuoro e dal 30 aprile al 2 maggio al Conservatorio di Cagliari. Slitta a data da definire anche la replica del 3 maggio a Oristano con Cedac.

"Aspettiamo di capire meglio come si evolverà la situazione legata all'emergenza sanitaria prima di fissare le nuove date per gli spettacoli a teatro - spiega Jacopo Cullin - navighiamo a vista come tutti, ma siamo fiduciosi. Non vedo l'ora di poter guardare in faccia le persone sedute in platea, voglio ascoltarle ridere e voglio riprendere presto a sentire quell'adrenalina che solo il teatro gremito può regalare, voglio condividere il palco con tutti i miei amici e sentire gli applausi. Godrò di ogni singolo istante come non ho mai fatto prima, e spero che il pubblico possa fare lo stesso".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie