Scuola: Garante infanzia, parola d'ordine corresponsabilità

Appello a istituzioni, non procrastinare investimenti e riforme

(ANSA) - CAGLIARI, 17 SET - Con il via al nuovo anno scolastico in Sardegna il prossimo 22 settembre, la Garante regionale per l'infanzia e l'adolescenza ritiene che "In un momento così complesso la parola d'ordine è corresponsabilità".
    Di fronte alle "tante sfide", ma anche alle "tante incertezze" su "spazi, edifici, trasporti e nomina di docenti, anche quelli di sostegno", con la " difficile situazione sanitaria che ha fatto emergere problemi profondi e strutturali della scuola italiana che devono essere risolti", la Garante Grazia Maria De Matteis ritiene che non sia "più tempo di procrastinare su investimenti e riforme che mettano l'istruzione e la qualità dell'istruzione tra le priorità di questo Paese e della nostra Regione".
    Per questo la Garante lancia un appello alle Istituzioni "affinché, superando logiche di contrapposizione politica o territoriale e con grande senso di collaborazione, si adoperino per il veloce superamento di tali criticità. Sarebbe un segnale positivo di un Paese che si ritiene moderno e civile che da questo evento inaspettato possano sorgere scuole più sicure, più accoglienti verso chi affronta maggiori difficoltà e in grado di far fronte alle crisi presenti e future".
    Infine De Matteis rivolge i propri auguri "di buon lavoro e di tanta solidarietà" alle bambine e ai bambini, alle studentesse e agli studenti, agli insegnanti e ai genitori. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie