Rai: Giulia Giornaliste, no a lottizzazione politica

"Vicina alle donne, è loro diritto avanzamento di carriera"

Giulia giornaliste Sardegna condanna "con forza ogni tentativo di lottizzazione politica delle redazioni, specie se si tratta di reti pubbliche come la Rai, indipendentemente dai banchi, governativi o dell'opposizione da cui provengano le segnalazioni e le pressioni". E' quanto si legge in una nota dell'associazione.
    "Ribadiamo gli imprescindibili criteri che devono essere seguiti in ogni scelta: il merito e la fiducia verso la figura destinata a ricoprire ruoli dirigenziali, Condanniamo, di conseguenza, qualsiasi pressione di esponenti di una o dell'altra fazione politica".
    "Giulia è vicina alle donne, a tutte le donne - prosegue la nota - e sostiene con convinzione il loro diritto agli avanzamenti di carriera e ad essere valutate per quello che sono e valgono, e non in base alle scelte di vita familiari, che in nessun caso possono costituire motivo di preferenza o ragione di ostacolo e di veto. Lungi dall'entrare nel merito di scelte fiduciarie, Giulia auspica che anche nella descrizione di vicende legate alla professione e alla carriera si utilizzi un linguaggio che rispetti la donna e non contenga alcun ambiguo accenno a legami familiari".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie