Rapina alla Banca di Arborea a Oristano, preso il bandito

E' un 30enne di Ollolai, indagato il complice-palo

La polizia di Oristano ha dato un nome e un volto al responsabile della rapina messa a segno il 16 febbraio scorso ai danni della filiale della Banca di Arborea della frazione di Donigala, a Oristano, che aveva fruttato un bottino di 18mila euro. In manette è finito Leonardo Ladu, 30 anni, di Ollolai (Nuoro). Indagato in stato di libertà il complice che lo aspettava a bordo di un'auto fuori dall'istituto di credito.

Ad inchiodare Ladu sono state le indagini della Squadra mobile di Oristano che ha raccolto le varie testimonianze e analizzato nel dettaglio i filmati delle telecamere della zona. Il 30enne, con il volto coperto da mascherina e con in testa un cappellino, aveva atteso 20 minuti all'esterno della banca che tutti i clienti uscissero per poi fare irruzione. Simulando di avere in tasca una pistola, aveva minacciato i cassieri, facendosi consegnare il denaro. Una volta uscito, era salito a bordo dauto del complice e si sono allontanati.

La squadra mobile ha ricostruito tutti gli spostamenti del giovane e della vettura dal momento in cui è arrivata nella frazione Donigala, fino a quando i due sono fuggiti. Dalle immagini i poliziotti hanno anche estrapolato parte del numero di targa della vettura, mentre grazie all'analisi del traffico telefonico nella zona, sono riusciti a individuare l'autore del colpo. La sua abitazione è stata perquisita e sono stati recuperati gli indumenti che indossava il giorno della rapina e parte del bottino.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie