Sardegna

Omnibus: la manovrina vale 300 mln, in Aula a fine settembre

Il doppio rispetto ai 150mln previsti inizialmente

E' di quasi trecento milioni di euro per il 2021 la variazione di bilancio contenuta nel provvedimento omnibus all'esame delle commissioni permanenti del Consiglio regionale. Si tratta di quasi il doppio rispetto all'ammontare inizialmente previsto. Infatti, ha spiegato all'ANSA l'assessore del Bilancio Giuseppe Fasolino, 190 milioni saranno coperti da risorse regionali (in parte grazie a quelle recuperate a compensazione delle minori entrate del periodo Covid, e in parte con lo sblocco di alcuni fondi), altri cento milioni sono a valere sull'accordo Stato-Regione firmato nel 2019.

Nella manovrina sono compresi anche i venti milioni di euro per far fronte ai danni degli incendi nel Montiferru e i ristori per le categorie di lavoratori che più hanno pagato la crisi pandemica ma che ancora non hanno avuto nulla. Oggi la omnibus ha ottenuto anche il parere favorevole della commissione Autonomia presieduta da Pierluigi Saiu, manca solo quello del parlamentino della Sanità che sarà espresso alla prossima seduta. Dopodiché, il testo ritornerà nella commissione alla quale è stato assegnato, cioè la terza, per la discussione generale e le audizioni dei portatori d'interesse. Una volta ottenuto il via libera, l'opposizione avrà dieci giorni di tempo per depositare la relazione di minoranza.

Quindi è molto difficile che la legge possa varcare la porta dell'Aula prima della fine di settembre. I tempi si dilatano, insomma, col rischio che le misure finanziarie possano perdere di efficacia, come ha fatto notare l'assessora del Lavoro Alessandra Zedda durante la sua audizione in commissione: "La legge potrà trovare piena applicazione e dare le risposte che tanti operatori e molti lavoratori attendono, soltanto se sarà approvata in tempi brevi dal Consiglio, in caso contrario sarà difficile poter predisporre avvisi e bandi in tempi utili (dicembre 2021) per soddisfare le attese e le esigenze del mondo delle produzioni e del lavoro".

In commissione Lavoro è montata un'altra polemica, anche se di natura procedurale. I consiglieri di minoranza, con in testa Piero Comandini (Pd), hanno chiesto l'immediata convocazione in audizione dei proponenti il testo di legge. La omnibus, infatti, pur essendo stata scritta per gran parte dalla Giunta, ha intrapreso il suo iter in Consiglio regionale sotto forma di proposta di legge dei capigruppo di maggioranza.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie