Sardegna

Sider Alloys: confermata conferenza servizi il 21 settembre

Avanti verso riavvio, il punto su mobilità e corsi formazione

I tempi sono stati rispettati e ricevuta la documentazione sull'indagine epidemiologica, regolarmente presentata dall'azienda il 3 settembre, per martedì 21 è confermata la conferenza di servizi decisoria per definire il progetto di riavvio dello stabilimento della Sider Alloys di Portovesme, nel Sulcis.

Alla base della ripartenza vi è un progetto da 150 milioni di investimenti con il processo di revamping delle celle elettrolitiche per arrivare alla riaccensione delle prime celle nel 2022 e la ripresa della della produzione di alluminio primario a regime nel 2023. Il riavvio passa però anche dall'approvazione delle concessioni edilizie che deve rilasciare il Comune di Portuscuso.

Nel frattempo oggi, nella riunione convocata dall'assessora del lavoro, Alessandra Zedda, con le organizzazioni sindacali, si è parlato della mobilità in deroga e dei corsi di formazione che dovrebbero partire entro la fine di ottobre con i primi bandi dopo avere individuato i lavoratori che hanno diritto alla riqualificazione in vista della ricollocazione in Sider Alloys.

"Per quanto riguarda la terza e la quarta proroga - spiega Rino Barca della Cisl - c'è stato un ulteriore sollecito da parte dell'assessora al ministero che a sua volta ha informato l'Inps per l'erogazione degli importi con procedure di conteggio di conguaglio: i beneficiari di questo requisito sono circa 427 lavoratori, recuperando chi è rimasto fuori".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie