Sardegna
  1. ANSA.it
  2. Sardegna
  3. Giunta Solinas- nodo è su rappresentanza femminile

Giunta Solinas- nodo è su rappresentanza femminile

Per Fi è Tedde sostituto Zedda, staff prorogati di 7 giorni

 La prima Giunta Solinas ora non c'è più. Dopo l'azzeramento, arrivato con una nota della Regione ieri in tarda serata, ora si attende che il presidente annunci la sua nuova squadra. Dopo l'ultima riunione dell'esecutivo era trapelato che il governatore avrebbe nominato i nuovi assessori entro 24 ore dall'azzeramento, ma non è detto che questi tempi saranno rispettati. Anche perché da quanto si apprende il presidente avrebbe comunque prorogato gli staff degli assessori, che dovrebbero decadere insieme ad essi, per altri sette giorni.
    Solinas ha già in mano tutti i nomi dei partiti, ma Forza Italia non si è mossa dalla sua decisione: Marco Tedde è il nome su cui il partito guidato nell'Isola da Ugo Cappellacci ha insistito per il sostituto di Alessandra Zedda in giunta, insieme all'altro azzurro Giuseppe Fasolino. Non arriva dal partito di Berlusconi dunque l'indicazione femminile che serve al presidente per garantire l'equilibrio di genere in giunta.

Sono comunque ancora al lavoro le diplomazie per capire se è possibile una trattativa, magari sulla delega, quella del Lavoro, che potrebbe essere scambiata con qualche altra. Così in queste ore il presidente Solinas dovrà ragionare sull'equilibrio di genere nell'esecutivo. Se anche confermasse i nomi di Gabriella Murgia, Anita Pili e Valeria Satta, magari con deleghe diverse se seguirà la strada del rimaneggiamento totale, dovrebbe comunque trovare un altro partito disposto a indicare una donna.

Al momento tra questi ci potrebbero essere i Riformatori. In ogni caso il governatore, se anche deciderà di rispettare il termine delle 24 ore dall'azzeramento, ha ancora un po' di tempo per la nomina dei nuovi assessori. Se invece aprirà nuove trattative, la nascita della Solinas-bis dovrà attendere ancora.

Il nodo, oltre all'equilibrio di genere, è anche la Sanità: il capo della giunta avrebbe deciso di cambiare passo in discontinuità con l'azione di Mario Nieddu e come è noto vorrebbe far guidare l'assessorato al fedelissimo Carlo Doria, del suo stesso partito, il Psd'Az. Ma il rimaneggiamento, esclusa la Programmazione e gli Enti locali, potrebbe coinvolgere tutte le deleghe per arrivare alla chiusura del cerchio.

 Intanto ieri la maggioranza ha incassato in terza commissione il via libera alla Omnibus 2, che arriverà in Aula martedì 29, penultimo giorno utile per la sua efficacia e operatività. Le risorse a disposizione partono da 200 milioni di euro ma è possibile che l'importo sia modificato durante l'iter consiliare. Ieri il parlamentino, presente anche l'assessore della Programmazione Giuseppe Fasolino, ha esaminato i 40 emendamenti proposti, quasi la totalità dalla giunta, e ha approvato il testo con i voti contrari dell'opposizione.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie