Terremoto: Legnini,no deroghe istanze danni lievi dopo 30/11

Commissario a sindaci,tornante decisivo per attuare disposizioni

(ANSA) - ANCONA, 24 OTT - "Siamo al tornante decisivo per vincere la sfida dell'attuazione delle disposizioni commissariali". A dirlo è Giovanni Legnini, commissario alla ricostruzione post sisma del 2016 in videoconferenza con tutti i sindaci del cratere delle regioni coinvolte, per approfondire le modalità per usare al meglio gli strumenti normativi a cui si è arrivati con il lavoro sinergico tra struttura commissariale, Regioni e coordinamento di Anci. "In questi giorni ho scritto a tutti voi sindaci - ha ricordato Legnini - per sollecitarvi a rendere noto ai vostri cittadini e ai tecnici che non ci saranno ulteriori deroghe per richiedere i danni lievi alla data fissata per il 30 novembre". Tra i passi successivi annunciati dal commissario, di concerto con l'Anci, c'è un incontro a stretto giro coi tecnici "per facilitare il rispetto di questa data mettendoli in condizione di agire con celerità essendo il loro ruolo decisivo in questa fase". La riunione è stata coordinata da Valeria Mancinelli, presidente di Anci Marche e coordinatrice delle Anci regionali che ha ricordato i risultati raggiunti grazie all'azione istituzionale sinergica. Sul tema, Legnini ha riconosciuto come sia in atto "un'interlocuzione con Governo e Parlamento che giudico soddisfacente". Nell'incontro sono stati ricordati anche i fondi ottenuti per stabilizzare il personale. Le Anci hanno però rimarcato che alcune richieste contenute nel documento inviato al presidente del Consiglio Conte non sono ancora state adottate. "Anche su questo - ha detto Legnini - ho avuto informazione che nella prossima legge di bilancio ci sarà spazio anche per accogliere alcune di queste richieste". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie