Captain Marvel, il superpotere stavolta è donna

Arriva primo film universo Marvel su supereroina con Brie Larson

Due anni fa Kevin Feige, presidente dei Marvel Studios , era stato chiaro: "Captain Marvel sarà il supereroe più potente di tutto il Marvel Cinematic Universe". Una dichiarazione che ha ulteriormente alimentato l'attesa per il film dedicato al personaggio, visto che è la prima supereroina, creata nella casa dei fumetti di Stan Lee, a conquistarsi un superhero movie da protagonista assoluta. Con un debutto in sala previsto in Italia per il 6 marzo 2019, Captain Marvel (SCHEDA ANSA CINEMA) scritto e diretto da Anna Boden e Ryan Fleck (Half Nelson), ha nel ruolo principale Brie Larson (SCHEDA ANSA CINEMApremio Oscar per Room. Nel cast, fra gli altri, anche Samuel L. Jackson, alias Nick Fury (SCHEDA ANSA CINEMA), Jude Law (SCHEDA ANSA CINEMA) e Annette Bening (SCHEDA ANSA CINEMA), Ben Mendehlsson, Lashana Lynch, Djimon Hounsou, Gemma Chan e Lee Pace.

Il film sembra aver già conquistato molti fan con il teaser trailer, che ha debuttato qualche giorno fa ed ha avuto nelle prime 24 ore oltre 109 milioni di visualizzazioni. Non è mancata la reazione di qualche hater che, rimproverando a Brie Larson di non sorridere abbastanza, ha pubblicato sui social fermi immagine 'ritoccati' delle scene con lei sorridente. L'attrice ha risposto con ironia, pubblicando a sua volta immagini ritoccate con sorrisi 'posticci' di Iron Man, Doctor Strange e Captain America, scrivendo: "Ultim'ora: puoi essere te stesso. Questo significa che puoi sorridere o no. Puoi essere forte nel modo in cui desideri. Puoi mostrare ciò che sei. Se qualcuno ti dice diversamente, non credergli".

Gli appassionati sono curiosi di scoprire come, nel raccontare la storia di Carol Danvers (Larson), il film si distacchi dal fumetto creato da Roy Thomas e Gene Colan. Il personaggio nel 1968 esordisce nelle storie dedicate al primo Captain Marvel, o meglio Mar-Vell (che nel film ha il volto di Jude Law), alieno proveniente dal Pianeta Kree che sulla Terra prende l'identità del Dottor Walter Lawson. Carol, dopo essere diventata, a causa di un'esplosione, un ibrido umano/kree, acquista a sua volta straordinari poteri (dal volo a forza e velocità sovrumane, alla capacità di sprigionare e controllare vari tipi di energia). Attraverso varie peripezie, e un lungo periodo come supereroina con il nome, fra gli altri, di Ms. Marvel, diventa nei fumetti del 2012, scritti da Kelly Sue DeConnick e illustrati da Dexter Soy, la nuova Captain Marvel. Stando alle prime immagini del film, ambientato negli anni '90, Carol/Captain Marvel si ritrova scaraventata sulla Terra senza memoria, alle prese con frammenti di ricordi: dall'aver preso parte alla guerra aliena tra i Kree e i malefici Skrull, alla sua 'trasformazione'. Trova come 'guida' un ringiovanito Nick Fury (Jackson), capo dello S.H.I.E.L.D e futuro 'reclutatore' degli Avengers.

Captain Marvel "non può fare a meno di essere se stessa - ha spiegato Brie Larson a Entertainment Weekly - Può essere aggressiva, umorale, un po' invadente e prepotente. E' anche veloce ad agire, il che la rende incredibile in battaglia perché è la prima a farsi avanti e non aspetta sempre gli ordini". Per Anna Boden, prima donna ingaggiata per dirigere un film Marvel, "questo non è un supereroe perfetto, ultraterreno o con connessioni divine. Ciò che la rende speciale è quanto sia umana. E' spiritosa, anche se non fa sempre battute riuscite. Può essere testarda e spericolata e non sempre prende le migliori decisioni per se stessa. Ma nel profondo ha tantissima empatia e umanità". I fan aspettano anche di vedere come Captain Marvel farà il suo ingresso nel quarto film degli Avengers, in uscita a maggio 2019: una presenza annunciata alla fine del terzo film, Infinity War, nella scena post titoli di coda, con il suo simbolo che 'appare' sul cercapersone di Nick Fury.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA