Con Prada in Cina una mostra su Liu Ye

Residenza Rong Zhai a Shangai dal 10 novembre al 20 gennaio 2019

(ANSA) - ROMA, 9 NOV - Prada presenta "Storytelling", una mostra personale del pittore cinese Liu Ye a cura di Udo Kittelmann, organizzata con il supporto di Fondazione Prada, in programma dal 10 novembre al 20 gennaio 2019 a Shanghai nella Rong Zhai, residenza storica del 1918 restaurata da Prada e riaperta nell'ottobre del 2017. Il progetto espositivo esplora l'opera di Liu Ye attraverso una selezione di 20 dipinti realizzati dal 1992 a oggi. L'immaginario intimo e sensuale di Liu Ye trova le sue molteplici fonti d'ispirazione nella letteratura, nella storia dell'arte e nella cultura popolare del mondo occidentale (c'è anche un Pinocchio) e orientale, dando vita ad atmosfere che evocano introspezione, purezza e sospensione. Nella sua pratica artistica coesistono racconto fiabesco e ironia, percorsi da una vena parodistica. A proposito della sua produzione, Liu Ye, nato a Pechino nel 1964, ha sottolineato che "ogni opera è un mio autoritratto".
    In una combinazione di fonti ed elementi diversi, nelle sue tele si possono identificare diverse forze creative: memoria, osservazione, immaginazione e formazione artistica. Le sue opere sono pervase da un'ambiguità sospesa tra realtà e invenzione.
    Nel corso del suo percorso Liu Ye ha sviluppato un universo personale, accessibile e anche impenetrabile. Liu Ye mette in campo una collisione di anacronismi, tipica dell'individuo immerso in una cultura straniera: i motivi dell'arte moderna sono combinati a citazioni dei grandi maestri e riferimenti alla cultura occidentale sono associati a icone di quella cinese.
    La natura autobiografica dell'opera assume connotazioni diverse alla fine degli anni Novanta quando l'artista lascia l'Europa per tornare nel suo paese. La sua arte è un mezzo per investigare e scoprire se stesso, in un contesto fondato sullo scambio reciproco tra produzione artistica e vita quotidiana.
    All'interno degli spazi decorati di Prada Rong Zhai, le opere enigmatiche di Liu Ye si aprono a nuovi significati, entrando in dialogo con l'architettura e l'atmosfera della villa costruita agli inizi del XX secolo come luogo d'incontro fra tradizioni cinesi ed europee.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA