Libri
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Libri
  4. Altre Proposte
  5. Diabolik dal fumetto al cinema per tornare alla carta

Diabolik dal fumetto al cinema per tornare alla carta

Aspettando film, esce graphic novel ispirata a pellicola

Dal fumetto al film e di nuovo al fumetto: è la parabola di Diabolik che, grazie all'uscita il prossimo 16 dicembre del film dei Manetti bros., ispirato al terzo episodio della saga, uscito nel 1963, passa dal grande schermo alla carta stampata, dove era nato.
    La pellicola dedicata al re del Terrore, infatti, prende spunto dal fumetto sul primo incontro tra Eva Kant e Diabolik, ma con nuove scene, ambientazioni e dialoghi. "Per molti lettori si tratta del vero inizio della saga di Diabolik - dicono Tito Faraci e Mario Gomboli, storici autori di Diabolik - Come se il personaggio fosse incompleto prima di venire affiancato dalla propria compagna, complice e amante".
    Il graphic novel "Diabolik il Film", edito da Astorina/Mondadori Oscar Ink., è stato realizzato quasi in contemporanea con le riprese del film, con Luca Marinelli, Miriam Leone e Valerio Mastandrea nei panni dei protagonisti, tenendo come base la stessa sceneggiatura. Grazie alle moltissime foto di scena, che arrivavano in redazione a ciclo continuo, si è potuto - viene spiegato - far muovere i personaggi nelle stesse scenografie della pellicola. Anche tutti i personaggi secondari e le comparse hanno gli stessi volti degli attori del film. Per l'impostazione grafica di Diabolik, Eva e Ginko, invece si è preferito mantenere le loro classiche fisionomie. La parte grafica è stata affidata ai disegnatori Salvatore Cuffari e Giulio Giordano, mentre autore della copertina è Claudio Villa.
    Sempre per Mondadori, è stata pubblicata la novelization ufficiale del film, firmata da Andrea Carlo Cappi, con le illustrazioni di Riccardo Nunziati, che saranno in mostra allo Wow spazio fumetto di Milano. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Modifica consenso Cookie