Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Musica
  4. L'Astrarium Consort a Bologna omaggia Josquin Desprez

L'Astrarium Consort a Bologna omaggia Josquin Desprez

Il 19 ottobre all'Oratorio di San Filippo Neri

(ANSA) - BOLOGNA, 18 OTT - Il ciclo autunnale 'Il Nuovo, l'Antico' di Bologna Festival prosegue martedì 19 ottobre alle 20.30 all'Oratorio di San Filippo Neri, nell'omaggio al compositore fiammingo Josquin Desprez, nel 500/o della morte.
    L'Astrarium Consort, ensemble specializzato nell'esecuzione della musica barocca, diretto da Carlo Centemeri, propone in alternanza musiche di Josquin Desprez e di Giovanni Paolo Colonna. Un programma che celebra la maestria compositiva di Josquin, così famoso e apprezzato già al suo tempo da guadagnarsi l'appellativo di Princeps Musicorum, messa a confronto con la scrittura polifonica del compositore bolognese Giovanni Paolo Colonna, vissuto un secolo dopo.
    "Un confronto a distanza tra due giganti della polifonia - scrive il direttore, Carlo Centemeri - tra stile antico, stile moderno e stile concertato. Gran viaggiatore il primo, sedentario il secondo benché le sue partiture fossero avidamente ricercate in tutta Europa: non a caso le loro maggiori collezioni si conservano a Vienna, Parigi, Oxford e Londra.
    Nucleo comune ad entrambi è il contrappunto canonico "osservato" che Colonna continua a coltivare a Seicento avanzato, innestando però sul suo tronco bisecolare le grazie dello stile concertante, l'armonia verticale fondata sul basso continuo, un più libero vocabolario degli "affetti" ereditato dal madrigale maturo e dai nuovi generi rappresentativi: cantata e opera".
    Astrarium Consort ne offre un'interpretazione storicamente informata alle prassi esecutive del tempo, frutto di accurate ricerche filologiche.
    Nell'ambito del medesimo progetto continua fino al 12 novembre, al Museo internazionale della Musica, l'esposizione documentaria 'Josquin Desprez. Il principe dei musici', che mostra manoscritti e preziose cinquecentine con musiche di Josquin conservati nel museo stesso. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie