Responsabilità editoriale di Brown Editore

Una polizza contro i rischi informatici, è arrivata Cyber@missima

Una vita sempre più digitale può mettere allo scoperto da potenziali furti di dati personali. Il numero di ...

Brown Editore

Una vita sempre più digitale può mettere allo scoperto da potenziali furti di dati personali. Il numero di violazioni di dati è cresciuto di quasi il 40% nel 2018 rispetto all'anno precedente e nel 2019 l'Associazione italiana per la sicurezza informatica prevede una media di circa 150 cyber attacchi mensili, vale a dire 5 attacchi al giorno. E' in questo contesto che alcune compagnie stanno iniziando a proporre delle polizze anti hacker. L'ultima arrivata sul mercato è Cyber@missima, un nuovo prodotto assicurativo rivolto alle imprese, agli esercizi commerciali e a tutti quei professionisti che hanno bisogno di tutelare i propri dati o quelli dei propri clienti. La polizza lanciata da Amissima è pensata per proteggere l'assicurato dai rischi informatici e per elevare la soglia di cyber security contro possibili azioni fraudolente, grazie a un alto livello di personalizzazione in grado di rispondere al più ampio ventaglio di esigenze possibile. Da quali rischi copre? Cyber@missima offre due livelli distinti di copertura. Innanzitutto, l'RC che tutela il patrimonio dell'assicurato in caso di danni recati a terzi (clienti) a causa di violazione dei dati o della privacy, malfunzionamento dei sistemi di sicurezza informatica. Ma anche per quelli legati più all'immagine, come la diffamazione sui social e in generale in attività multimediali. Così come la violazione di copyright o appropriazione indebita di idee, marchi e loghi. L'assicurazione inoltre prevede una seconda copertura sul patrimonio dell'assicurato per danni diretti legati ai costi di istruttoria, perdite per mancata protezione dei dati e tutti i servizi per la gestione di una violazione della privacy.

Video Economia


Vai al sito: Who's Who