Responsabilità editoriale Xinhua.

Reperti del Tek Sing donati al China Maritime Museum

Il mercantile cinese affondò nel 1822 e fu recuperato nel 1999

(ANSA-XINHUA) - SHANGHAI, 26 OTT - Il China Maritime Museum di Shanghai ha ricevuto ieri una donazione di 100 antichi reperti in porcellana recuperati dalla Tek Sing, una nave mercantile affondata nel 1822, durante il periodo della dinastia Qing, al potere dal 1644 al 1911.
    L'enorme vascello, carico di sete e porcellane prodotte in Cina affondò nelle acque al largo dell'Indonesia e fu recuperato da un gruppo privato britannico nel 1999. I manufatti rinvenuti a bordo furono in seguito messi all'asta.
    Il Waterside Culture Group, l'azienda privata cinese che ha donato al museo di Shanghai le porcellane prodotte nei forni Dehua della provincia del Fujian, in Cina orientale, aveva acquistato oltre 100.000 di questi reperti nel Regno Unito nel 2018.
    Si tratta, secondo il museo cinese, di una delle più grandi donazioni una tantum ricevute dall'istituto negli ultimi anni.
    Questi reperti offrono infatti preziose prove per lo studio del commercio marittimo cinese nel XIX secolo e delle rotte della Via della Seta marittima, nonché della storia della porcellana Dehua.
    Wang Yu, vice curatore del museo, ha reso noto che l'istituto inviterà vari esperti, costruttori navali e altri professionisti a condurre ricerche per realizzare un modello della Tek Sing.(XINHUA) (ANSA-XINHUA).
   

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie