Iraq: migliaia in piazza per anniversario inizio proteste

600 morti e 30.000 feriti in 12 mesi di scontri

(ANSA) - BAGHDAD, 25 OTT - Migliaia di iracheni si sono messi in marcia dalle prime ore di oggi verso la Piazza Tahrir di Baghdad nell'anniversario dell'inizio delle manifestazioni governative che hanno preso di mira la classe politica, giudicata inefficiente e corrotta. Una protesta che sembra aver perso parzialmente energia negli ultimi mesi, prima a causa di una recrudescenza dello scontro in atto tra Usa e Iran sullo scenario iracheno, e poi per la pandemia da Covid-19.
    Circa seicento morti e 30.000 feriti è il bilancio degli scontri avvenuti in questo anno tra polizia e manifestanti, non solo a Baghdad ma anche in altre regioni, in particolare quelle a maggioranza sciita nel sud del Paese, dove sono stati anche attaccati consolati dell'Iran, accusato di interferenze politiche e militari. Le forze paramilitari sciite sostenute da Teheran sono fra l'altro sotto accusa per avere partecipato insieme agli apparati di sicurezza governativi nella repressione delle proteste, non solo negli scontri di piazza ma anche con sparizioni forzate di esponenti dell'opposizione. Fin da ieri sera la polizia ha eretto barriere e istituito posti di blocco per impedire ai manifestanti di dirigersi dalla Piazza Tahrir verso la vicina Zona Verde, la cittadella fortificata nel centro di Baghdad dove hanno sede le istituzioni nazionali e ambasciate. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie