Mondo

Libano:esplosione Beirut, mandato di arresto per ex ministro

Youssef Fenianos accusato di dolo, negligenza e cattiva condotta

(ANSAMed) - BEIRUT, 16 SET - La giustizia libanese ha emesso un mandato di arresto per un ex ministro incriminato nell'inchiesta sulla devastante esplosione del porto di Beirut del 4 agosto 2020 e nel quale sono morte più di 200 persone.
    I media libanesi riferiscono oggi che il giudice istruttore della Corte di giustizia, Tarek Bitar, incaricato delle indagini, ha emesso stamani un mandato di arresto in contumacia nei confronti dell'ex ministro dei Trasporti e dei Lavori Pubblici, Youssef Fenianos, accusato di "presunto dolo, negligenza e cattiva condotta". Fenianos si è finora rifiutato di essere interrogato.
    Intanto, indignati per il ritardo delle indagini, i parenti delle vittime della tragedia del 4 agosto hanno organizzato questa mattina un sit-in davanti al tribunale di Beirut, per denunciare l'ingerenza della classe politica nell'inchiesta.
    L'interrogatorio di Youssef Fenianos, previsto per il 6 settembre, era stato rinviato a oggi sulla base di due ricorsi presentati dall'avvocato dell'ex ministro basati su vizi formali della richiesta di interrogatorio. Dopo che Fenianos non si è presentato stamani, Bitar ha emesso il mandato di arresto.
    (ANSAMed).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie