• israele - Paracadutisti nella zona rossa di Bnei Brak, assistenza civile

israele - Paracadutisti nella zona rossa di Bnei Brak, assistenza civile

3 aprile

Redazione ANSA

Per due battaglioni di  paracadutisti della 98/a divisione dell'esercito da questa mattina il fronte non è alle frontiere del paese, ma a poca distanza da Tel Aviv: tra gli ortodossi di Bnei Brak (200mila abitanti), la cittadina diventata la prima 'zona rossa' di Israele. A loro - vera e propria unità d'elite - il governo ha infatti affidato il compito di portare "assistenza civile" in una zona dove il Covid-19 segna quasi 1000 casi sul totale di 7000 di Israele. Un compito non facile in un agglomerato affollato e particolare, segnato dalla presenza di sette di religiosi a volte contrarie alla stessa esistenza dello stato laico di Israele e in cui la religione spesso sovrasta la scienza. Se tocca alla polizia vigilare che nessuno entri o esca dalla città a meno di particolari motivi comprovati da un permesso, i soldati - secondo le regole di ingaggio - devono invece facilitare l'evacuazione da Bnei Brak dei malati da trasferire in residenze protette e di tutti quegli anziani che lo chiedano nel tentativo di sfuggire ad un eventuale contagio. Altro compito - oltre quello di rifornire di cibo e medicine ai residenti a rischio - è avviare una massiccia serie di test per mappare meglio la diffusione del virus che ha fatto di Bnei Brak un caso, visto le ripetute elusioni dei suoi abitanti, guidate in parte dai rabbini del luogo, delle direttive del ministero della sanità. Un compito che potrebbe diventare ancora più complesso durante la settima di Pesach, la pasqua ebraica, che comincia mercoledì prossimo. Ma se Bnei Brak - come ha detto il capo del Comando del Fronte interno generale Tamir Yadai - è "il primo posto dell'intervento", con tutta probabilità non sarà l'ultimo. Già si parla di altre cittadine come Elad, Migdal Ha'Emek e parti di Gerusalemme, tutte ad alta intensità ortodossa.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Modifica consenso Cookie