Premio Colalucci a D'Alema e Gravina

Martedì a Roma 6/a edizione,riconoscimento anche a Massimo Ghini

(ANSA) - ROMA, 17 SET - Torna l'appuntamento con il Premio Giuseppe Colalucci. Martedì prossimo, all'Antico Tiro a Volo a Roma, si svolgerà la sesta edizione dell'iniziativa dedicato al popolare giornalista romano scomparso nel 1984. Giunto alla sesta edizione, a ricevere il riconoscimento questa volta sarà Sigfrido Ranucci, giornalista, autore e conduttore televisivo, conduttore dal 2017 del programma Report su Rai Tre. Nelle precedenti edizioni, il premio è stato assegnato a Carlo Paris, all'epoca direttore di Rai Sport, Franco Melli, firma del Corriere della Sera, Fabrizio Roncone, inviato del Corriere della Sera e scrittore e a Gianni Melidoni, per tanti anni a capo dello sport del Messaggero. L'ultimo a essere premiato è stato Fabrizio Maffei, ex direttore di Rai Sport nonché inviato a New York con l'incarico di presidente e amministratore delegato di Rai Corporation.
    Tra gli altri premiati della serata, Massimo D'Alema, ex presidente del Consiglio ed ex Ministro degli Esteri; l'attore Massimo Ghini, ex responsabile della cultura del Pd nel Lazio; Max Giusti, conduttore televisivo, lo chef Gianfranco Vissani, e il presidente della Federcalcio Gabriele Gravina. All'evento ideato da Guido D'Ubaldo segretario uscente del Consiglio nazionale dell'Ordine dei Giornalisti e firma del Corriere dello Sport, interverranno dirigenti, ex calciatori, personaggi del mondo dello spettacolo e giornalisti che daranno vita nel corso della serata a un talk show sulla figura dell'avvocato Colalucci, ricordato anche per essere stato il fondatore della testata "Il Tifone". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie