Sport
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Moto
  4. Motogp Misano: Rossi ultimo all'addio alle corse in Italia, Bagnaia in pole

Motogp Misano: Rossi ultimo all'addio alle corse in Italia, Bagnaia in pole

Fratello di Valentino partirà terzo, Ducati monopolizza prima fila

Trionfo Italia targato Ducati nelle qualifiche del Gran Premio del Made in Italy a Misano, l'ultimo di Valentino Rossi. Proprio uno dei pupilli del pesarese, Francesco Bagnaia, ha dominato in lungo e in largo la lotta per la pole position prendendosi di forza un primo posto (il quarto consecutivo) che fa dimenticare l'amarezza per l'ultima posizione in griglia del Dottore, il papà sportivo del pilota torinese nato e cresciuto nella Accademy VR46. A completare la super prestazione della Rossa delle due ruote l'australiano Jack Miller secondo davanti al Luca Marini con una Ducati non ufficiale. Tra gli altri italiani risale Franco Morbidelli che con la Yamaha si piazza sesto, mentre Danilo Petrucci è nono. Solo settima la Honda di Marc Marquez che cade sul finire delle prove. Brutto 'capitombolo' anche per Lorenzo Savadori che con l'Aprilia scivola all'inizio del terzo turno di prove libere e si frattura la clavicola destra: si sottoporrà già questa sera all'operazione a Modena.

A Misano l'ultima gara in Italia di Valentino Rossi, la sua dedica ai tifosi SPECIALE

Una grande chance per Bagnaia che ha la possibilità di tenere aperto il Mondiale partendo davanti a tutti e con il suo rivale, il leader della classifica Fabio Quartararo solo quindicesimo al via domani. Al francese della Yamaha fuori dalla Q2 viene cancellato anche l'ultimo tempo utile (sarebbe partito invece tredicesimo) realizzato in regime di bandiere gialle. "Non c'è niente da dire - ha esordito un raggiante Bagnaia al termine delle qualifiche - sono contento. Essere ancora in pole qui è meraviglioso, c'è ancora più gente rispetto a Misano 1. Ce lo meritavamo, siamo molto veloci". Nelle prime posizioni al via a Misano non c'è Rossi bensì il fratello: quasi tre anni esatti di differenza fra la prima volta in prima fila del Dottore e quella di Luca Marini: Rossi fu in prima fila a 21 anni 2 mesi e 14 giorni a Jerez nel 2000, il fratello a 24 anni 2 mesi 13 giorni oggi. "Grandissimo risultato - commenta al termine della lotta per la pole Marini - è stato veramente un bel giro. Ho cercato di cogliere l'occasione, in queste condizioni così difficili la differenza tra le moto si riduce. Ho dato il massimo di me stesso, sapevo che le prime due file erano possibili. Dobbiamo goderci questa prima fila, abbiamo lavorato tanto e bene".

  Marco Simoncelli, 10 anni fa l'incidente mortale

La 'Quercia del Sic', messa a dimora a 10 anni dalla morte del campione romagnolo - Dieci anni fa, il 23 ottobre del 201, Marco Simoncelli perdeva la vita sull'asfalto di Sepang correndo - sulla sua Honda - il Gran Premio della Malaysia. Oggi, sul circuito di Misano Adriatico che porta il suo nome - e che domani vedrà l'ultima recita di Valentino Rossi in Italia prima del ritiro - il 'Sic' si è sentito come non mai: sulla collinetta della Curva 8 - un tempo chiamata Curva della Quercia perché proprio lì ne svettava una - è stato piantato un virgulto del grande albero, a ricordo indelebile del campione. Alla messa a dimora della pianta, già ribattezzata 'La Quercia del Sic', sono intervenuti il babbo del pilota, Paolo Simoncelli, il presidente della Santa Monica che gestisce l'autodromo misanese, Luca Colaiacovo e Carmelo Ezpeleta, amministratore di Dorna Sport, oltre ad alcuni amici personali della famiglia Simoncelli. "Le coincidenze spesso ci conducono a vivere momenti emozionanti ed oggi è uno di questi - osserva Colaiacovo -: oggi ci tocca davvero il compito più duro, salutare Marco. Che il decennale dalla scomparsa di Marco avvenisse nel weekend di una MotoGp nel circuito a lui intitolato, nessuno poteva immaginarlo. Abbiamo pensato di mettere a dimora una quercia alla Curva della Quercia, riportando dopo quasi 40 anni questa pianta simbolo di forza e di rinascita a dominare la famosa curva. Questo è un weekend di grandi emozioni, quella di oggi è davvero particolare e molto forte".

Rossi ricorda Simoncelli, 'a volte lo sogno - "Bellissima l'idea della quercia per il Sic, quell'albero ricorda la chioma di Marco, è un bellissimo simbolo": così Valentino ha parlato della quercia piantata alla Curva della Quercia a Misano per ricordare Marco Simoncelli, scomparso dieci anni fa. "Sono passati dieci anni ma a me sembra che l'ultima volta ho visto il Sic due mesi fa. A volte lo sogno, a volte ci penso tanto ed è una sensazione davvero bella Sono passati ormai 10 anni dalla scomparsa di Marco Simoncelli e anche la MotoGP ha voluto ricordare "il grande Marco Simoncelli" con un messaggio su Twitter, accompagnato da un foto del pilota sorridente. "Un personaggio più grande della vita. Con grandi capelli e un grande cuore, la presenza di Marco nel paddock non è mai svanita. #SempreNelCuore.

A non volersi perdere l'ultima gara del Dottore a Misano anche diversi Vip: è tornato a Misano World Circuit, ospite di Ducati, il campione olimpico Gianmarco Tamberi,accompagnato dalla fidanzata Chiara e dal padre di lei, l'ex pilota della Superbike Piergiorgio Bontempi. Presenti anche Kristian Ghedina, ospite di Pramac, e il fenomeno social Khaby Lame, star del web con i suoi oltre 100 milioni di follower, ospitato dallo Sky Racing Team VR46. 

I salti di Tamberi a Misano

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da MotoGP™ (@motogp)

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie