17:46

Incontri famiglie divise da Guerra Corea

Prima volta in 3 anni. Evento nel resort monte Kumgang, nel Nord

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - PECHINO, 20 AGO - Le due Coree hanno dato il via all'atteso ciclo di incontri tra le famiglie separate dalla Guerra di Corea (1950-53) nello scenografico resort turistico del monte Kumgang, nella Corea del Nord.
    L'iniziativa è la prima in quasi tre anni e rientra negli sforzi per "rasserenare" i rapporti intercoreani, così come concordato tra i due leader, il presidente sudcoreano Moon Jae-in e il "supremo comandante" Kim Jong-un, nel summit tenuto il 27 aprile al villaggio di confine di Panmunjom.
    Il piano concordato questa volta si basa su due turni: il primo da oggi a mercoledì, il secondo da venerdì a domenica.
    Seul ha designato 89 persone per il primo turno, mentre la Corea del Nord ne ha scelte invece 83 per il secondo: i partecipanti, nel rigido protocollo concordato, potranno riunirsi in sei occasioni con i familiari separati. A 65 anni dalla fine della Guerra di Corea, il numero di potenziali partecipanti si riduce sempre più, dato che si tratta in prevalenza di ultraottantenni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

17:44

Borsa: Milano chiude in rialzo (+0,27%)

Indice Ftse Mib a quota 20.470 punti

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - MILANO, 20 AGO - Chiusura in positivo per Piazza Affari. L'indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,27% a 20.470 punti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

17:41

Decaro: tavolo urgente su Palagiustizia

31/8 scadono i termini per sgombero Tribunale a rischio crollo

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - BARI, 20 AGO - Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, chiede al Ministero della Giustizia di "convocare d'urgenza un tavolo" sulla questione dell'edilizia giudiziaria barese. A 11 giorni dalla scadenza dei termini per lo sgombero totale per rischio crollo dell'immobile di via Nazariantz, sede di Procura e Tribunale penale, la giustizia barese è ancora senza una sede dove trasferire gli uffici.
    Nei giorni scorsi il procuratore Giuseppe Volpe ha scritto all'Inail, proprietario del palazzo, perché chiedesse al Comune una proroga dei termini dello sgombero. I soli edifici attualmente disponibili per il trasloco, l'ex sede distaccata di Modugno e un palazzo in via Brigata Regina, sono infatti insufficienti e, quindi, il rischio è di una interruzione dell'attività giudiziaria. Alla nota di Volpe ha fatto seguito, nelle ultime ore, una lettera con la quale l'Inail non chiede formalmente la proroga ma "chiede al Comune di assumere gli opportuni provvedimenti, precisando che nulla osta in ordine alla richiesta della Procura".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

17:08

Scritta minacce contro sindaco Pd Prato

Con caratteri squadrati neri recita 'Biffoni stai molto attento'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - PRATO, 20 AGO - Una scritta minatoria contro il sindaco di Prato Matteo Biffoni (Pd) è stata trovata oggi sulla facciata del Palazzo Comunale, sul lato dell'entrata dell'albo pretorio. La scritta, a caratteri squadrati di colore nero, recita: 'Biffoni stai molto attento'. Immediatamente sono state allertate la polizia municipale e la questura, spiega una nota.
    La polizia municipale visionerà le immagini delle telecamere installate all'esterno della sede del municipio per individuare il responsabile.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

17:04

Trump chiama Conte per il ponte crollato

Il presidente Usa offre condoglianze e aiuti

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - WASHINGTON, 20 AGO - "Il presidente Donald Trump ha parlato stamane con il primo ministro Giuseppe Conte per esprimere le sue condoglianze e offrire assistenza dopo il crollo del ponte in Italia la scorsa settimana": lo rende noto la portavoce della Casa Bianca, Sarah Sanders.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

16:49

Serie B, Tommasi: chiediamo rinviare primi due turni

N.1 Aic: aspettiamo Collegio Garanzia, resta stato agitazione

Video  (ANSA)

16:34

Ministro esteri tedesco visita Auschwitz

'La nostra responsabilità non finisce mai', dice Heiko Maas

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - BERLINO, 20 AGO - "Abbiamo bisogno di questo posto, perché la nostra responsabilità non finisce mai". Così il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas, oggi a margine di una visita al campo di sterminio di Auschwitz. "Questo è il posto peggiore del mondo. Qui bisogna decidersi: o si perde la fede nell'umanità, o si guadagna la speranza e la forza per battersi perché la dignità umana sia tutelata, e si fa qualcosa per questo", ha aggiunto. Si tratta della prima visita negli ultimi 26 anni di un ministro degli esteri tedesco al campo di concentramento simbolo dell'Olocausto, in cui vennero uccise 1,1 milioni di persone, la maggioranza delle quali ebree.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

16:32

Salvini: l'Europa si svegli o i migranti tornano in Libia

Il ministro dell'Interno: e' ora di tagliare la mafia della tratta di esseri umani

Video  (ANSA)

16:26

Iran: 'Europa salvi accordo nucleare'

Portavoce ministero esteri, dopo ritiro Total da giacimento

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - TEHERAN, 20 AGO - L'Iran chiede ai Paesi europei di "fare sforzi più seri e solleciti" per mettere in atto iniziative economiche che permettano di salvare l'accordo sul nucleare. Lo ha detto oggi il portavoce del ministero degli Esteri, Bahram Ghasemi, dopo che la Total si è ritirata da un progetto per lo sviluppo di un grande giacimento di gas nel Golfo. Nel maggio scorso il presidente Donald Trump ha annunciato il ritiro degli Usa dall'accordo del 2015, denunciando il programma missilistico di Teheran e le sue interferenze anche militari nei Paesi della regione. Trump ha anche detto che chi continuerà a fare affari con la Repubblica islamica non potrà più farli con gli Stati Uniti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

16:22

Soagna, 'attacco a polizia è terrorismo'

Le autorità confermano che l'aggressore è stato ucciso

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - L'attacco di stamani in una stazione di polizia catalana è un atto di terrorismo: lo ha dichiarato in una conferenza stampa il numero 2 della polizia di Barcellona, Rafel Comes, confermando che l'aggressore è stato ucciso. Comes ha confermato che l'uomo armato di coltello, identificato dai media nella persona di Abdelouahab Taib, un 29enne algerino residente in Spagna, ha gridato "Allahu Akbar" (Allah è grande) e altre parole che gli agenti non sono riusciti a capire.
    Comes ha spiegato che il portone d'ingresso della stazione di polizia presa di mira era chiuso a chiave quando l'uomo è arrivato ed ha suonato più volte per farsi aprire. Gli agenti hanno parlato con l'uomo attraverso il citofono prima di aprire il portone e quando l'uomo è entrato ha subito estratto "un grande coltello" e si è scagliato contro i poliziotti in quello che sembra essere stato un attacco premeditato. "Per il momento" l'episodio "viene trattato come un attacco terroristico", ha quindi sottolineato Comes.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

16:18

Saragozza, auto contri pedoni, 2 arresti

Media, si indaga incidente stradale non atto intenzionale

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 20 AGO - La polizia spagnola ha arrestato due persone, un uomo e una donna, fuggite da un'auto che questa mattina ha investito un gruppo di pedoni su un marciapiede di Saragozza, nel nordest della Spagna, ferendo tre persone: lo riporta l'emittente Aragón TV.
    La polizia si è limitata a confermare che i feriti sono tre, senza rilasciare commenti sulla natura dell'episodio. Tuttavia, secondo il quotidiano Heraldo de Aragón le indagini vertono per ora su un "incidente stradale e non su un atto intenzionale. Il conducente della vettura dopo aver investito i pedoni è fuggito a piedi, ed è scattata la caccia all'uomo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Pubblicità
Successiva