21:01

Con allerta monitoraggio a viadotto A12

Per attività propedeutiche chiusa carreggiata.Rifare viadotto A7

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - GENOVA, 22 GEN - Un piano preventivo di monitoraggio e emergenza su eventuali movimenti del suolo dove insiste il viadotto Veilino, in A12 tra Genova Est e Genova Nervi, in caso di allerta meteo. E' quanto concordato da Aspi con l'ispettore del ministero delle Infrastrutture Placido Migliorino dopo le ispezioni su 5 infrastrutture in A12. E' la prima volta che viene assunta una misura di questo genere sulla rete ligure.
    Intanto per compiere attività propedeutiche a "un intervento di ripristino sulla parte centrale dell'impalcato" del viadotto Veilino, è stata disposta la chiusura della carreggiata Est dalle 22 e fino alle 6 di domani. L'intervento è stato concordato da Mit e Aspi dopo una ispezione disposta dallo stesso ministero. I veicoli diretti verso Sestri Levante transiteranno sulla carreggiata opposta (Ovest) dove è stato istituito il doppio senso di marcia. Ispezioni anche ai viadotti Scrivia Pietrafraccia e Scrivia Arnasso in A7. "Hanno avanzati stati di ammaloramento. Il primo, degli anni '30, è da rifare".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

20:51

Sì definitivo Parlamento a legge Brexit

Concluso l'iter, manca solo la firma della regina

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - LONDRA, 22 GEN - Il Parlamento britannico ha chiuso l'iter per la ratifica della legge attuativa dell'accordo sull'uscita dall'Ue, aprendo definitivamente la via alla Brexit alla scadenza del 31 gennaio. La Camera dei Lord ha rinunciato infatti in serata a riproporre i suoi 5 emendamenti al testo, sgraditi al governo Johnson, che la Camera elettiva dei Comuni aveva in precedenza cancellato. Ora perché la legge entri in vigore manca solo l'atto dovuto della firma della regina (Royal Assent). Poi è attesa la scontata ratifica dell'Europarlamento.
    La firma della regina è attesa per domani e segnerà la fine di un dibattito durato circa tre anni, fra accese divisioni sia all'interno del palazzo di Westminster sia in seno al Paese. Un dibattito attraversato da scontri aspri, dal cambiamento di governi, dal passaggio di consegne in casa Tory fra la premiership di Theresa May e quella di Boris Johnson e da due elezioni politiche anticipate nel 2017 e nel dicembre scorso, dopo la vittoria dei sì nel referendum del 2016.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

20:44

Virus Cina: Wuhan è ferma e isolata

Bloccati temporaneamente aerei, treni, bus, metro, traghetti

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Wuhan è isolata. La città descritta ai media cinesi come "il principale campo di battaglia" contro il nuovo coronavirus ha deciso misure draconiane per contenere la diffusione dell'epidemia: il traffico di treni e aerei in uscita, bus, metropolitane, traghetti e trasporto interurbano verranno chiusi temporaneamente. Ciò vuol dire che nessuno potrà lasciare la città.
    Nel crescente allarme per la diffusione del virus, con un ceppo simile alla Sars, che ha anche varcato i confini della Cina, arrivando fino agli Stati Uniti e forse alla Russia, i riflettori restano puntati su Wuhan. Perché nella città della provincia centro-orientale di Hubei si registra la stragrande maggioranza di contagi tra gli almeno 440 complessivi da quanto è scattata l'emergenza. Nella sola provincia si contano almeno 17 morti, e non aiuta il fatto questa metropoli di 11 milioni di abitanti sia un importante snodo per il trasporto della regione.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

20:39

Di Maio si dimette da Capo politico M5s

Ma non molla il MoVimento, avanti per rilancio

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Luigi Di Maio annuncia le sue formali dimissioni da capo politico dei 5 stelle ma chiarisce che non mollerà il MoVimento e contribuirà al suo rilancio.
    Prima tappa gli Stati Generali di marzo. Di Maio continuerà nel suo lavoro di ministro degli Esteri ma probabilmente non manterrà il ruolo di capodelegazione al governo dei 5 stelle.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


20:31

Danza: Sasha Waltz lascia Staatsballet Berlino a fine 2020

Compagnia di balletto classico l'aveva contestata estate scorsa

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - BERLINO, 22 GEN - Dopo 5 mesi alla guida dello Staatsballet di Berlino la coreografa Sasha Waltz e Johannes Oehman termineranno il loro mandato comune a fine 2020. Lo ha confermato il dipartimento della Cultura all'emittente Rbb, e lo riporta Die Zeit. La coreografa e ballerina Sasha Waltz era stata contestata dalla compagnia di balletto classico questa estate con la petizione "Salvate lo Staatsballet". Alla base della contestazione, la scelta di una coreografa di teatro-danza per una compagnia di balletto classico. "Questa forma di danza richiede altre qualità artistiche rispetto a quelle di un danzatore di balletto", "è come se mettessero un allenatore di tennis alla guida di una squadra di calcio", si diceva nella petizione. L'artista di Karlsruhe ha giustificato lo scioglimento anticipato del contratto, spiegando la sua intenzione di non proseguire da sola la conduzione dello Staatsballet dopo le dimissioni del condirettore Oehmann, che andrà a dirigere la Dansenhus (la casa della danza) a Stoccolma.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


19:57

Salvini,futuro regione in mano calabresi

E a contestatori dice, da lunedì non è Bella ciao ma ciao belli

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - CATANZARO, 22 GEN - "Il futuro della Calabria, il suo destino, non è in mano mia, è in mano vostra. Riprendete in mano la vostra terra che è stupenda ma che ha avuto un problema: troppi politici calabresi che per 50 anni hanno rubato il voto dei cittadini. Se avessero fatto il loro lavoro oggi non sarei qua. Evidentemente in molti, sia di qua che di là, per non parlare dei 5 stelle, hanno preso una valanga di voti e poi sono scomparsi". Lo ha detto Matteo Salvini che oggi ha concluso la campagna elettorale in Calabria con due appuntamenti, a Serra San Bruno ed a Catanzaro. "Noi - ha aggiunto - ci siamo prefissati poche cose ma quelle poche le portiamo a casa: la sanità, le infrastrutture, l'agricoltura. Un assessore al turismo come si deve porta centinaia di migliaia di persone, porta lavoro, ricchezza. A noi piacciano i turisti che pagano, non quelli che vengono pagati". E ad un gruppo di contestatori che lo fischiavano a Serra San Bruno ha detto: "Non è Bella ciao, da lunedì è ciao belli".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

19:48

Risorse Regione a Aerdorica, 78 indagati

Pm, peculato. Iscritti anche ultimi 3 presidenti Regione Marche

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ANCONA, 22 GEN - La Procura di Ancona ha avviato un'inchiesta, di cui ha richiesto ora una proroga di altri sei mesi delle indagini, per l'ipotesi di concorso in peculato a carico di 78 indagati, tra cui gli ultimi presidenti della Regione Marche Vito D'Ambrosio, Gian Mario Spacca e Luca Ceriscioli, con tutta la giunta, ex assessori, manager e membri del cda Aerdorica, gestore dell'aeroporto di Falconara, ammessa al concordato, e funzionari regionali. Al vaglio vi sarebbe l'utilizzo dei fondi stanziati dalla Regione e l'eventuale mancato controllo pubblico. Il pm Paolo Gubinelli ha motivato la richiesta perché "appaiono necessari ulteriori approfondimenti investigativi, indispensabili al fine di delineare e comprendere adeguatamente la vicenda". Investigazioni in una fase iniziale che riguarderebbero, ma non si conosce il quadro delle contestazioni, le somme stanziate nel tempo dalla Regione, azionista di maggioranza fino all'estate scorsa, ad Aerdorica ha accumulato negli anni debiti per circa 40 milioni di euro".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

19:33

Mit,prefetto Torino per Osservatorio Tav

Organismo era fermo dallo scorso febbraio

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - TORINO, 22 GEN - Riparte l'Osservatorio sulla ferrovia Torino-Lione, lo presiederà il prefetto di Torino. Il portavoce dell'organismo smantellato dal ministro Toninelli, Paolo Foietta, annuncia che il Mit ha inviato una lettera alla Presidenza del consiglio firmata dal capo di Gabinetto, Alberto Stancanelli, per comunicare "l'intendimento del ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture di proporre il prefetto di Torino, Claudio Palomba". L'Osservatorio era fermo dal febbraio 2019, dopo ha tenuto 5 sedute 'autoconvocate'.
    L'indicazione del prefetto dio Torino "in considerazione - si legge nella lettera del Mit - della professionalità e competenza connessa al ruolo rivestito necessaria per potere sovraintendere, tra l'altro, alle azioni compensative dell'impatto territoriale e sociale dell'opera". L'Osservatorio sulla ferrovia Torino-Lione, creato nel 2006, ha tenuto 281 riunioni, le ultime 5, compresa quella di oggi, 'autoconvocate'.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

19:26

Regista di Vasco, per video vinta lunga battaglia

Salvati, "E pensare che mi consideravano come i porno..."

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "E pensare che fino ad oggi noi registi di videoclip eravamo considerati al pari dei registi di video porno...". Quarant'anni di carriera ai massimi livelli, autore di oltre 300 videoclip da Sting a Vasco Rossi, osannato nel settore, tanto da meritare il titolo di "Fellini del videoclip", Stefano Salvati è la testa d'ariete che facendosi portavoce dei grandi nomi della musica italiana, da Gino Paoli a Bennato, passando per Fiorello, ha convinto il ministro della cultura Franceschini a firmare il decreto che riconosce la natura artistica dei videoclip, ammessi così anche alle facilitazioni fiscali previste dal tax credit.
    Lui che ha diretto gli Aerosmith, Billie Preston, Toquinho, tanto per citarne qualcuno, persino una giovanissima Angelina Jolie alle prime armi per un video di Antonello Venditti (era Alta Marea), che ha girato un videoclip con Roman Polanski (Angeli di Vasco Rossi) , che ha lavorato come autore anche per l'ultimo progetto del grande Fellini, oggi è soddisfatto come un bambino. "Quasi il più bel giorno della mia vita", confida al telefono con l'ANSA, "perché finalmente questa lunga battaglia è vinta". Dietro, spiega, c'è l' IMAGinACTION, primo (e unico) festival mondiale di videoclip, che Salvati ha lanciato e dirige, con il sostegno della Fimi, ma anche una vita di lavoro e di aspettative oggi condivise da un numero sempre crescente di persone che chiedevano considerazione per una forma d'arte in qualche modo bistrattata. "Tanti giovani", sottolinea, "perché quella dei videoclip è la forma d'arte più seguita dalle nuove generazioni".
    Nel 2017 una petizione firmata da tutti i nomi più blasonati del pop italiano, da Vasco Rossi a Venditti, non aveva raggiunto l'intento. Nell'incontro di una settimana fa al Collegio Romano è andata decisamente meglio: "Franceschini è stato un grande, ha ammesso l'errore, si è impegnato a riparare con un decreto".
    Una "cosa bellissima", aggiunge, che grazie al tax credit potrà essere importante anche per il turismo: "Ve lo immaginate che pubblicità per il nostro paese se una grande star internazionale viene a girare un video in Italia? Ora sarà molto più facile".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA