Cisl Trentino, "Al lavoro 50% attività ma solo 20% a norma"

Indagine del sindacato su 60 imprese metalmeccaniche in Trentino

Fit Cisl del Trentino, al lavoro il 50% delle attività produttive Solo il 20% in regola con il protocollo anti-Covid-19 ; (ANSA) - TRENTO, 7 APR - "Il 50% delle aziende metalmeccaniche trentine ha riaperto a regime ridotto, ma soli il 20% è in regola con il protocollo per il contenimento del Covid-19 sul posto di lavoro". Lo rende noto un comunicato della Fit Cisl del Trentino, in cui si riportano i risultati di un'indagine svolta direttamente dal sindacato su 60 imprese metalmeccaniche locali, che impegnano all'incirca 6.000 persone.
    Secondo quanto emerso, i due terzi delle aziende rientrano nei settori definiti essenziali dai codici Ateco individuati dal Governo, mentre le restanti hanno fatto richiesta di autorizzazione alla prefettura provinciale.
    La quasi totalità delle aziende del settore ha avviato procedura di cassa integrazione (oltre 400 domande nel settore metalmeccanico). Circa il 40% dei lavoratori è interessato da diverse forme di sospensione dal lavoro, oppure lavora in modalità agile.
    L'indagine Fit ha inoltre rilevato gravi ritardi negli adempimenti previsti dal protocollo di contrasto del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, rispettato dal 20% delle aziende in attività. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol

      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie