Una Sagra musicale umbra 'innovativa'

Proporrà anche arti multimediali, danza ed etnomusicologia

Sarà una Sagra Musicale Umbra dalla forte impronta innovativa, anche attraverso le arti multimediali, la danza e fino all'etnomusicologia, ma pur sempre nel rispetto della tradizione la 74/a edizione, in programma dal 7 al 22 settembre a Perugia e in altri sette comuni della regione, Assisi, Montefalco, Norcia, Panicale, San Gemini, Torgiano, Trevi. La rassegna, dal titolo '...e tu, uomo? La musica dal profondo', avrà come tema guida il rapporto ancestrale dell'umanità con la musica.
    Il più antico festival dell'Umbria, è stato presentato a Perugia da Anna Calabro e da Enrico Bronzi, presidente e direttore artistico della Sagra e della Fondazione Perugia Musica Classica onlus.
    "Questo rapporto ancestrale - ha spiegato Bronzi - non si esprime solo con il - filtro suggestivo dei grandi pionieri dell'etnomusicologia, ma anche attraverso l'apporto di musicisti che hanno riallacciato il filo con la musica identitaria dei popoli come Bartók, Kodály, Ligeti, Martin".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere