Umbria
  1. ANSA.it
  2. Umbria
  3. Prof. Vineis, la salute del pianeta preoccupa

Prof. Vineis, la salute del pianeta preoccupa

"Si può salvare solo con una politica approfondita,seria,rapida"

(ANSA) - PERUGIA, 06 LUG - La salute del pianeta preoccupa, paradossalmente abbiamo allungato le nostre speranze di vita a spese del pianeta stesso. Che si può salvare solo con una politica approfondita, seria, rapida e articolata in tutti i settori": a dirlo all'ANSA è il professore Paolo Vineis, epidemiologo ambientalista della Imperial College di Londra, parlando stamani a Perugia a margine della "lectiones magistrales" che ha tenuto presso il Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell'ateneo perugino sul per tema "La salute nel mondo".
    "La salute degli umani - ha spiegato - è costantemente aumentata, anche se con delle battute di arresto, ma si è creata un'economia con troppi impatti negativi sul pianeta che finiscono per riflettersi anche sulla salute". Vineis ha sottolineato la necessità di "andare in tempi rapidi verso una politica di ecobenefici, che deve diventare centrale nelle scelte dei governi insieme alla transizione verso le rinnovabili".
    Parlando di cambiamenti climatici, il professore ha aggiunto che "ci sono numerosi effetti, parzialmente conosciuti, sulla salute umana. I più evidenti - ha sottolineato - sono le ondate di calore che provocano un numero elevato di morti, le alluvioni e gli incendi". "Ma legati ai cambiamenti climatici - ha detto ancora Vineis - ci sono effetti meno visibili e e clamorosi che riguardano la diffusione delle malattie infettive". Tenendo a precisare che in tal senso "stiamo vedendo probabilmente solo la punta dell'iceberg", il docente ha evidenziato la necessità di "prevenire e mitigare i cambiamenti climatici con delle politiche adeguate", prendendo ad esempio il consumo di carne e gli allevamenti degli animali.
    Vineis, parlando di abbattimento dei livelli di inquinamento, ha suggerito di prendere come esempio "quanto fatto in Germania, dove con un contributo di 9 euro al mese, le persone possono accedere a tutte la rete ferroviaria e questo ha avuto un grande successo ed ha ridotto drasticamente il traffico veicolare".
    "Una soluzione semplice - dice il professore - ma implica l'esistenza di un'infrastruttura di servizi pubblici che in Italia è carente". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie