Vittoria Trump, si' alla nomina di Amy Barrett

Redazione ANSA

La giudice Amy Coney Barrett ha giurato nel corso di una cerimonia alla Casa Bianca. Ora è a tutti gli effetti una componente della Corte suprema Usa. "E' un privilegio essere stata chiamata a servire il mio Paese", le sue prime parole dopo il giuramento. "Questo e' un giorno storico per l'America", ha detto Donald Trump.

La cerimonia alla Casa Bianca dopo che l'aula del Senato americano ha confermato la nomina della giudice  che sostituira' il posto lasciato da Ruth Bader Ginsburg. A una settimana dal voto si tratta di una vittoria per il presidente, che regala all'Alta Corte una schiacciante maggioranza conservatrice: sei toghe su nove. Barrett giurera' fra poco nel corso di una cerimonia alla Casa Bianca.Il via libera alla nomina e' passato con 52 voti contro 48.

La giudice cattolica conservatrice, 48 anni,ha ricevuto il voto di tutti i senatori repubblicani tranne quello della senatrice Susan Collins. Tutti i senatori democratici hanno votato contro. "Avete rubato il posto lasciato vacante da Ruth Bader Ginsburg", l'atto di accusa del leader dei democratici in Senato Chuck Schumer. "I democratici volevano mettere un giudice attivista", la replica del leader della maggioranza repubblicana, il senatore Mitch Mc Connell

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie