Covid: Fisascat, per stop sci in Vda crollo senza precedenti

Hery Dondeynaz: 'Spaventati dalla rigidità di Roma'

(ANSA) - AOSTA, 24 NOV - Per la Valle d'Aosta lo stop allo sci prospettato dal Governo "significherebbe un crollo senza precedenti per l'intera economia della nostra Regione". Lo afferma Henry Dondeynaz, segretario regionale Fisascat Cisl Valle d'Aosta.
    "Siamo spaventati - spiega Dondeynaz - dalla rigidità che traspare da parte di Roma, forse poco consapevole dell'impatto economico e sociale che l'intero 'sistema Montagna' produce sulle Regioni Alpine".
    "Oltre alla perdita del fatturato del settore degli impianti a fune, - prosegue - bisognerebbe fare i conti con la caduta del reddito dell'indotto generato dalla filiera dell'industria della neve". Secondo Fisascat Cisl "difficile sostenere anche che un ipotetico intervento economico da parte del Governo nazionale, possa essere sufficiente a coprire il volume dell'imponente ricchezza che andrebbe persa". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie