Valle d'Aosta

Covid: sanitari non vaccinati, prime sospensioni da lavoro

Delibere in fase di notifica

Sono in fase di notifica le delibere di sospensione dei sanitari valdostani non in regola con l'obbligo di vaccinazione Covid-19: a partire da oggi i soggetti interessati riceveranno i provvedimenti e saranno sospesi dal lavoro, senza stipendio. Lo comunica l'Usl della Valle d'Aosta che "sta verificando le singole situazioni, in considerazione della complessità delle posizioni e a salvaguardia dei dipendenti in condizione di inadempienza".
    "Nelle scorse ore - si legge in una nota - sono giunte nuove comunicazioni da parte di una quindicina di soggetti in attesa di sospensione. Saranno prese in considerazione, anche perché non è esclusa la possibilità di adempiere all'obbligo vaccinale o di produrre eventuali certificazioni di esenzione".
    "Le delibere - precisa l'azienda sanitaria - saranno notificate progressivamente e saranno adottate azioni specifiche, in maniera tale da ridurre l'impatto sulle strutture e per mitigare il rischio di rallentamento o di sospensione dell'erogazione dei servizi ospedalieri e nelle sedi territoriali".
    Tra i sospesi ci sono un medico, 22 infermieri, 12 operatori sociosanitari-oss, 5 tecnici sanitari di radiologia e 12 appartenenti ad altre professionalità sanitarie.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie