Treu, rafforzare dialogo pubblico-privato per sostenibilità

Tinagli,servono 350 mld all'anno da privati obiettivi energetici

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 26 GEN - "La sostenibilità rappresenta un cambiamento di paradigma che impatta su tutte le strutture economiche e sociali esistenti e sul concetto stesso di crescita. Cambiano scenari, obiettivi, percorsi e questo non riguarda solo le pubbliche amministrazioni ma anche finanza e aziende. L'implementazione dei piani di ripresa post-pandemici è un'impresa enorme e richiede l'impegno puntuale di tutti gli attori coinvolti: i soggetti deputati a erogare i finanziamenti e soprattutto finanza e imprese che concretamente realizzeranno i progetti". Così il presidente del Cnel, Tiziano Treu, aprendo il seminario "Verso la sostenibilità: tra regole e mercato", organizzato da Cnel e Assogestioni. Tra i vari interventi la presidente della Commissione ECON del Parlamento europeo, Irene Tinagli, ha sottolineato come "l'Unione, oltre ai fondi stanziati direttamente per la ripresa, ha bisogno ogni anno di 350 miliardi di investimenti da parte del settore privato nei prossimi 10 anni solo per raggiungere gli obiettivi energetici e altri 130 miliardi l'anno per gli altri obiettivi ambientali".
    "La sostenibilità - ha concluso - è uno dei temi cruciali dell'agenda europea sui mercati finanziari e il ruolo che il settore privato gioca insieme a quello pubblico è fondamentale".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA