Campania
  1. ANSA.it
  2. Campania
  3. Dia: 'holding' camorra, tra droga e profitti a basso rischio

Dia: 'holding' camorra, tra droga e profitti a basso rischio

Resistono anche le 'stese', conflitti tra bande e racket

(ANSA) - ROMA, 01 OTT - Al racket e al traffico di droga, la Camorra affianca la capacità di generare ingenti profitti anche tramite attività criminali a "basso rischio giudiziario", dai tradizionali dei "magliari" del contrabbando al gaming illegale alle truffe telematiche e al controllo degli appalti, dalle aste giudiziarie, il ciclo dei rifiuti ed edilizia pubblica e privata fino alla nuova frontiera delle grandi frodi fiscali. Lo sottolinea la Dia nella sua Relazione al Parlamento per il secondo semestre 2021, spiegando come questo ha trasformato da tempo i principali cartelli camorristici in vere e proprie "holding imprenditoriali", parti integranti dell'economia legale supportate da legami personali, molto spesso parentali, e connivenze in ampi settori dell'imprenditoria e nella pubblica amministrazione.
    Tutto questo rispecchia, per altro, quello che dagli stessi affiliati viene denominato il "Sistema", ovvero - spiega la Dia - una struttura di coordinamento gestionale, con obiettivi comuni, finalizzato esclusivamente al perseguimento dell'illecito arricchimento. Tuttavia, resiste la "camorra dei vicoli e delle stese", dei conflitti tra bande che si disputano il controllo dei tradizionali mercati illeciti, del racket e della droga. Infatti, "la potenza economica delle organizzazioni criminali anche campane viene assicurata principalmente dal traffico di droga". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere


      Modifica consenso Cookie