Arona-Stresa-Arona, torna ardimentosa competizione del 1897

Sponde Lago Maggiore ospitano gioielli da collezione fino a 1930

Redazione ANSA ROMA

È il 12 settembre 1897 e sul panoramico itinerario Arona - Stresa - Arona, che corre lungo la sponda piemontese del Lago Maggiore, un manipolo di dieci ardimentosi a bordo di 4 vetture, tutte di marca Benz, di 2 tricicli De Dion-Bouton e di 4 bicicletti Hildebrand-Wolfmuller si sfida in quella che viene considerata - dopo la Torino-Asti-Torino del 1895 - la corsa automobilistica più antica d'Italia.
    Alla fine, sui 35 km della gara, il miglior tempo risulta quello di 1 ora e 34 minuti (22,340 km/h di media) fatto segnare dalla Benz di Giuseppe Cobianchi di Omegna. Seconda, ma staccata di una mezz'ora, si piazza l'altra Benz di Oreste Fraschini (che nel gennaio 1900 fonderà con i fratelli Antonio e Vincenzo e l'amico Cesare Isotta la Società Milanese d'Automobili Isotta Fraschini & C). Alla Arona - Stresa - Arona il terzo posto va al migliore dei tricicli De Dion-Bouton, quello cavalcato da Massimo Ricordi.
   

Nel prossimo week end dell'11 e 12 settembre, la terza Rievocazione Storica di questa iconica gara automobilistico radunerà le più belle e gloriose vetture d'epoca costruite fino al 1925 - con deroga al 1930 per quelle da corsa - per ripercorrere in due giorni il tragitto originario del 1897, lungo le meravigliose sponde del Lago Maggiore con angoli ricchi di bellezza naturale e adornati da ville e castelli.
    124 anni, dopo per l'edizione 2021, saranno circa 25 le preziose auto d'antan che prenderanno parte alla manifestazione.
    Tra queste la grande e maestosa Lancia 12 hp Tipo 51 'Alfa' del 1908 del collezionista milanese Corrado Lopresto.
    Questo gioiello ultra-centenario ha un motore 4 cilindri a valvole laterali di 2543 cc, telaio ribassato, trasmissione a cardano e cambio a quattro marce, e può raggiungere la velocità di 100 km/h. La Lancia 12 hp 'Alfa' sarà scortata da due damigelle Lancia Theta del 1914 e da una Renault Voiturette Type C del 1900.
    Questa auto, in particolare, è caratterizzata da motore (numero 1230) monocilindrico 4 tempi con 3,5 Cv ed è appartenuta a Louis Renault che l'aveva costruita appositamente per le competizioni dell'epoca. Significativa anche la presenza della Detroit Elettric costruita nel 1924 dalla Anderson Electric Car Company nel Michigan. Silenziosa e priva di fumo dallo scarico, aveva un'autonomia di circa 100 km.
    "Un evento di altissimo valore storico e culturale - ha commentato Federico Monti sindaco di Arona - un'occasione imperdibile per gli appassionati di auto storiche, testimonianza dello sviluppo dell'industria automobilistica ed esemplari di rara bellezza. La rievocazione della Arona - Stresa - Arena rappresenta un evento da non perdere e del quale siamo orgogliosi, che vede la nostra città come una delle protagoniste di iniziative sempre più interessanti".
    Per dimostrare che queste vetture non sono solo gioielli da ammirare in un museo, ma auto in grado di circolare emozionando il grande pubblico, la gara attraverserà i suggestivi borghi del Lago Maggiore con scorci mozzafiato, tra cui Arona, Stresa, Meina, Lesa, Solcio di Lesa e Belgirate. I bolidi del secolo scorso partiranno sabato 11 settembre alle ore 10:00 da piazza del Popolo di Arona. Alle ore 12:00 le auto proseguiranno alla volta di Meina, dove si terrà il pranzo, per poi proseguire verso Solcio di Lesa con le prove di abilità.
    Dopo una breve pausa a Solcio di Lesa, la competizione proseguirà verso Belgirate per terminare con un affascinante défilé cittadino nel cuore di Stresa, perla del Lago Maggiore, alle ore 17:00.
    "Ė con grande piacere che la città di Stresa accoglie l'arrivo dell'Arona - Stresa - Arona, il fascino delle auto storiche e l'atmosfera creata dalla rievocazione si inserisce perfettamente con lo stile della Stresa Liberty che ci appartiene - hanno detto il sindaco di Stresa Marcella Severino e l'assessore al turismo Maria Grazia Bolongaro - Un evento di grande fascino sia per il pubblico che per gli appassionati di auto storiche". A seguire l'aperitivo e la cena di gala si svolgeranno nella suggestiva location del Grand Hotel Dino di Baveno, che tra giardini secolari gode di una vista privilegiata sul Golfo Borromeo.
    La mattina di domenica 12 settembre gli equipaggi ripartiranno dall'hotel con direzione Lesa, si concederanno un rinfresco sul lungolago alle 11:30 e poi sfileranno per le vie del centro storico. A conclusione della manifestazione si terrà il pranzo presso il Ristorante Antico Maniero di Lesa, dimora storica della fine del 1700 situata in un incantevole parco secolare.
    La manifestazione è patrocinata da club ACI storico, Regione Piemonte, Provincia di Novara, Comune di Arona, Comune di Stresa, Comune di Belgirate, Comune di Meina, Comune di Lesa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie