Quadriciclo Mole Urbana, dal prototipo alla produzione

Il 29 maggio al Salone Nautico di Venezia si potrà provare

Redazione ANSA TORINO

Mole Urbana, il quadriciclo elettrico pesante disegnato da Umberto Palermo, diventa progetto industriale. La road map, presentata il 2 luglio scorso quando è stato mostrato il prototipo, è rispettata: il 29 maggio al Salone Nautico di Venezia sarà presentato il piano industriale che prevede l'accordo per creare una rete di 2.000 punti di assistenza n tutta Europa e la scelta di un produttore di energia elettrica rinnovabile come partner.

    A Venezia sarà presentata l'intera gamma di Mole Urbana, che comprende la versione Small due posti, la corriera 4 posti, il pick up e, visto il forte sviluppo del delivery, le versioni Lavoro doppia cabina, Lavoro Small, Lavoro Maxi e Lavoro Negozio Ambulante per il mondo food. I mezzi per il delivery hanno una peculiarità: possono contenere un volume da 2 a 4,4 metri cubi in uno spazio molto ridotto in modo da occupare meno suolo pubblico possibile. A Venezia saranno annunciati i tempi delle consegne e i prezzi. Mole Urbana potrà essere finalmente provata.

    Sulla laguna sarà presentata anche una gamma di colonnine elettriche, disegnate da Umberto Palermo (il nome del costruttore sarà annunciato nella conferenza stampa), le cui forme dovranno integrarsi nei centri storici rispettando stile e materiali della città. Per questo Palermo ha chiamato 16 artisti da tutto il mondo che creeranno un'opera dedicata alle colonnine, realizzate in vetro riciclato di Murano e in grado di assorbire gli urti.

    "Ho scelto il Salone Nautico perché sarà improntato sull'ecosostenibilità, Venezia perché è una città che già dal 1600 ha saputo risolvere con ingegno un problema di mobilità con le sue gondole", spiega il designer.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie