Lancia Ypsilon Alberta Ferretti, pratica ed esclusiva

La prova su strada della citycar icona di stile

Alessandro Pinto ROMA

 Le linee eterne della Lancia Ypsilon raggiungono un nuovo livello di esclusività in abbinamento con Alberta Ferretti, la più recente delle 36 edizioni speciali che hanno impreziosito un modello da anni protagonista assoluto del mercato italiano.
    Grazie all'abbinamento con la pluripremiata stilista, Lancia Ypsilon continuerà ad esserlo ancora a lungo, in attesa che si materializzi l'offensiva di prodotto pianificata da Stellantis dal 2024. Nell'anno appena concluso la colonna portante del brand Lancia ha confermato gli ottimi numeri che hanno suffragato 37 anni di successi, sottolineati dal CEO Luca Napolitano: "Dopo quattro generazioni, oltre tre milioni di unità vendute, di cui più di due milioni riservate alle donne, oltre 35 serie speciali, la nostra fashion city car si conferma leader del suo segmento in Italia e rimane la seconda vettura più venduta in assoluto del mercato." La Ypsilon griffata Ferretti, protagonista della prova di ANSA Motori, si distingue per la tinta esterna color grigio con effetto iridescente che vira sul rosato. Richiama le cromature satinate presenti sulla mascherina, sulle maniglie delle portiere e sulle calotte degli specchietti. Tra i segni distintivi sparsi nella carrozzeria ci sono anche i badge con finitura cromata Rose Gold. Lancia Ypsilon è disponibile anche nelle tinte bianco Neve, grigio Pietra, nero Vulcano, oppure in livrea bicolore. Stile ed eleganza caratterizzano un abitacolo dall'impostazione tradizionale, ma interamente rivestito di materiali scuri e morbidi al tatto, oltre ad essere sostenibili.
 

   Sono infatti realizzati in Seaqual Yarn, un poliestere ricavato al 100% da plastica riciclata e rifinita con il colore Rose Gold presente anche sulle cuciture a contrasto, il logo AF sui poggiatesta e sulle cornici delle bocchette d'areazione e del display dell'infotainment. Il nuovo display touch da 7 pollici del sistema multimediale presenta una nuova veste grafica, poco al di sotto del quadro strumenti che campeggia al centro della plancia rivestita in tessuto Silk nero.
    La Lancia Ypsilon Alberta Ferretti è disponibile con due motorizzazioni: la ibrida protagonista della nostra prova su strada, mossa dal Firefly tre cilindri 1.0 da 70 CV, oltre all'apprezzata versione a GPL dotata di un motore bifuel 1.2 litri da 69 CV ed autonomia massima di 900 km.
    Su strada, la Ypsilon ibrida griffata Alberta Ferretti si muove nel traffico con l'eleganza di una modella in abito da sera, senza rinunce sul piano di quella praticità che ha sempre fatto breccia nel pragmatismo femminile. La leggerezza di sterzo e pedaliera si sposano alla perfezione con le dimensioni tipiche da compatta cittadina: 3.837 mm di lunghezza, 1.676 mm in larghezza e 1.518 mm in altezza. Così come il motore, perfettamente calzante al tipo di auto per prestazioni discrete in termini di dinamismo ed ottime in termini di consumi, che possono superare di slancio i 20 km al litro nel misto urbano-extraurbano.
    Nonostante non sia un fulmine di guerra in accelerazione, il Firefly ibrido da 70 Cv nel traffico si mostra anche sufficientemente elastico nel limitare l'utilizzo del cambio in fase di ripresa. L'ottima visibilità fornita dalla superficie vetrata molto estesa non fa rimpiangere l'assenza della retrocamera in fase di manovra, peraltro compensata con i sensori acustici di parcheggio.
    Il prezzo di listino di Lancia Ypsilon Alberta Ferretti parte da parte da 13.950 euro. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie