Nuova Toyota Prius plug-in, autonomia elettrica tocca 69 km

Quinta generazione brillante (223 Cv) e virtuosa (CO2 19 g/km)

Redazione ANSA ROMA

 A meno di un mese dal reveal della quinta generazione di Prius, Toyota ha fornito in occasione dell'evento Kenshiki Forum 2022 tutti i dettagli di questo modello diventato - dal lancio avvenuto nel 1997 - una vera icona nel processo di elettrificazione del mondo automotive.
  

  E che ora, a partire dalla metà del 2023 quando verrà introdotto in Europa, è divenuto con la sola proposta della evoluta tecnologia plug-in hybrid (Phev) uno dei modelli più interessanti nel panorama globale 'green', con emissioni di 19 grammi di CO2 per km.
    Il nuovo sistema ibrido di quinta generazione raggiunge la massima evoluzione nella Prius plug-in, fornendo più potenza e maggiore efficienza. Il motore termico TNGA 2,0 litri produce 152 Cv e si combina con un nuovo gruppo elettrico anteriore da 120 kW (163 Cv) per una potenza totale di sistema di 223 Cv (164 kW).
    Rispetto alla prima Prius Plug-in, introdotta nel 2012, che disponeva di 136 Cv, l'incremento del rendimento è evidente e permette di garantire un'accelerazione brillante e disponibile a tutti i regimi. Con l'obiettivo di consentire la maggior parte dei tragitti quotidiani in modalità Ev, nuova Prius plug-in offre ora un'autonomia in elettrico è di 69 chilometri grazie a una inedita batteria agli ioni di litio da 13,6 kWh. Le celle a maggiore densità di energia consentono un packaging ottimizzato del pacco batterie, che è abbastanza compatto da poter essere installato sotto i sedili posteriori, abbassando il baricentro.
    Nella ricerca della massima efficienza, Prius plug-in può essere ordinata con tetto opzionale a celle solari, soluzione che può generare 8 chilometri di autonomia aggiuntiva Ev ogni giorno o caricare la batteria completamente se la vettura rimane parcheggiata per diversi giorni.
    Tutto questo rende Prius davvero un'auto con un doppio Dna: un'autonomia Ev abbastanza elevata da consentire una guida quotidiana completamente in elettrico nella maggior parte dei viaggi, combinata alla flessibilità e la praticità di un ibrido estremamente efficiente per affrontare senza stress le lunghe distanze.
    Nuova Prius plug-in rafforza la gamma multi-tecnologica di Toyota, che comprende anche soluzioni elettriche a batteria (Bev) e elettriche a celle combustibile (Fcev), offrendo maggiore efficienza e mobilità ad emissioni ridotte alla portata di tutti.
    Nella nuova edizione lo stile di Prius raggiunge nuovi livelli di dinamicità grazie a una silhouette che ricorda una coupé, che cattura immediatamente l'attenzione ed evoca una forte risposta emotiva. È costruita sulla piattaforma GA-C di seconda generazione della Toyota New Global Architecture (TNGA), dal peso ridotto e maggiore rigidità.
    L'iconica forma a cuneo, segno distintivo di Prius fin dalla seconda generazione, si è evoluta, adottando linee eleganti e moderne. La silhouette fluida ed elegante è stata realizzata abbassando l'altezza complessiva di 50 mm, spostando l'apice del tetto all'indietro e adottando pneumatici di diametro maggiore, fino a 19 pollici.
    Il design generale è semplice e pulito, ispirato com'è al flusso naturale dell'aria. Frontalmente spicca la forma definita 'hammerhead' (testa di martello) per il disegno che integra elegantemente luci. Tra le novità il passo più lungo di 50 mm rispetto alla generazione precedente mentre la lunghezza complessiva è stata ridotta di 46 mm.
    Con una larghezza maggiore di 22 mm rispetto alla precedente, l'impronta a terra della Prius enfatizza i valori di dinamicità e sicurezza. La vista posteriore è accentuata da un elemento di illuminazione lineare tridimensionale che sottolinea il design futuristico e focalizza l'attenzione sul logo Prius.
    Utilizzando la nuova struttura 'Island Architecture' l'abitacolo unisce spaziosità, divertimento di guida ed emozionalità, per un interno lineare e arioso. Il "driver module" si basa sullo schermo LCD TFT da sette pollici che si trova direttamente nel campo visivo del guidatore, migliorando la sicurezza in quanto il conducente può mantenere gli occhi sulla strada.
    Il cruscotto di nuova concezione privilegia il comfort nell'abitacolo, caratterizzato da un layout pulito con un'intrusione minima nel campo visivo del guidatore, privilegiando usabilità e impatto visivo. Combina uno schermo centrale discreto e più basso e una plancia compatta per i comandi dell'aria condizionata, mentre l'illuminazione del cruscotto è collegata alle notifiche del Toyota Safety Sense, che manda avvisi attraverso cambiamenti di colore.  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie