ANSAcom
ANSAcom

Epilessia: Lice, buona notizia arrivo cenobamato in Italia

Per pazienti nuova possibilità di migliorare la qualità di vita

ANSAcom
“Avere a disposizione un nuovo farmaco come cenobamato significa offrire ai pazienti un’ulteriore opzione di trattamento che, attraverso il controllo delle crisi, migliori significativamente la qualità di vita permettendo loro di tenere sotto controllo la sintomatologia e di avere così un'attività sociale adeguata, che include, per esempio, poter guidare l’automobile”. Così Laura Tassi, presidente di Lice (Lega Italiana contro l’Epilessia) commenta l’annuncio di Angelini Pharma in merito all’immissione in commercio in Italia di cenobamato (nome commerciale Ontozry) per il trattamento delle crisi a esordio focale negli adulti con epilessia farmaco-resistente che non hanno ottenuto un adeguato controllo della malattia nonostante una storia di trattamento con almeno due medicinali antiepilettici.
“Nella terapia delle epilessie, ad oggi, esiste una quota di pazienti che è ancora farmacoresistente. Ciò significa che le crisi epilettiche non sono controllate dalla terapia e, di conseguenza, la qualità di vita di queste persone è gravemente condizionata dalla patologia”, precisa Tassi.
“Cenobamato - spiega Oriano Mecarelli, past president di Lice - è un nuovo principio attivo anticrisi che ha un meccanismo d'azione unico perché è duplice e complementare: da un lato modula i recettori GABA non benzodiazepinici, dall'altro aumenta lo stato inattivato dei canali al sodio voltaggio-dipendenti riducendo così la neurotrasmissione eccitatoria attraverso i canali sodio dipendenti”.

In collaborazione con:
Angelini Pharma

Archiviato in


Modifica consenso Cookie