Da Covid a raffreddore, igiene mani riduce contagi

15 ottobre Global Handwashing Day, non dimenticare lezione Covid

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 13 OTT - "Lavarsi le mani con acqua e sapone può prevenire un infezione respiratoria su 5, come il raffreddore o l'influenza, e un'infezione gastrointestinale su 3". A ricordarlo sono i Cdc (Centers for Disease Control and Prevention), l'organismo di controllo sulla sanità pubblica degli Stati Uniti, in vista del Global Handwashing Day, la giornata dedicata a questo semplice gesto 'salvavita' che si celebra il prossimo 15 ottobre.
    Nell'ultimo anno e mezzo di pandemia Covid si è spesso sottolineato l'importanza di una corretta igiene e pulizia delle mani, soprattutto quando si prepara il cibo, prima di mangiare e dopo aver tossito, starnutito o essersi soffiati il naso.
    L'educazione al corretto lavaggio delle mani con acqua e sapone nella comunità, precisa il Cdc, può ridurre il numero di persone che si ammalano di diarrea di circa il 23-40 per cento, ridurre l'assenteismo dovuto a malattie gastrointestinali negli studenti del 29-57 per cento, ridurre le malattie respiratorie nella popolazione generale di circa il 16-21 per cento. Per aumentarne la consapevolezza, è stato istituito nel 2008 il Global Handwashing Day.
    Il momento attuale, che ci vede entrare in nuova normalità, oltre il Covid-19, "fornisce uno slancio unico per istituzionalizzare l'igiene delle mani, spesso in passato trascurata, come componente fondamentale della salute", spiega Globalhandwashing, la partnership promotrice dell'iniziativa che unisce agenzie internazionali pubbliche e aziende private.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA